Lygodactylus madagascariensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lygodactylus madagascariensis
Immagine di Lygodactylus madagascariensis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Lepidosauromorpha
Superordine Lepidosauria
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Infraordine Gekkota
Famiglia Gekkonidae
Genere Lygodactylus
Specie L. madagascariensis
Nomenclatura binomiale
Lygodactylus madagascariensis
(Boettger, 1881)
Sinonimi

Scalabotes madagascariensis
Boettger, 1881

Lygodactylus madagascariensis distribution.png

Lygodactylus madagascariensis (Boettger, 1881) è un piccolo sauro della famiglia Gekkonidae, endemico del Madagascar. [2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un piccolo sauro, che raggiunge lunghezze di 35-37 mm.[2]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È una specie arboricola, attiva durante le ore diurne.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è endemica del Madagascar nord-occidentale[1]. La sua presenza è documentata nelle seguenti località della regione di Sambirano: Manongarivo, Ambolokpatrika, Nosy Be, Tsaratanana e Montagna d'Ambra, ma si presume possa vivere anche in altre aree limitrofe[3].

Il suo habitat tipico è la foresta pluviale di bassa quota, ma è stata osservata anche in aree di foresta degradata.[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono note le seguenti sottospecie:[2]

  • Lygodactylus madagascariensis madagascariensis Boettger, 1881
  • Lygodactylus madagascariensis petteri Pasteur & Blanc, 1967, endemica della Montagna d'Ambra

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List classifica L. madagascariensis come specie vulnerabile.[1]

Parte del suo areale ricade all'interno di aree naturali protette tra cui la riserva naturale integrale di Lokobe e la riserva speciale di Manongarivo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Raxworthy, C.J. 2011, Lygodactylus madagascariensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017. URL consultato il 7 novembre 2015.
  2. ^ a b c (EN) Lygodactylus madagascariensis, in The Reptile Database. URL consultato il 7 novembre 2015.
  3. ^ a b (EN) Puente, M., Glaw, F., Vieites, D.R. and Vences, M., Review of the systematics, morphology and distribution of Malagasy dwarf geckos, genera Lygodactylus and Microscalabotes (Squamata: Gekkonidae) (PDF), in Zootaxa, vol. 2103, 2009, pp. 1-76.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Glaw F. and Vences M., Amphibians and Reptiles of Madagascar, 3rd edition, Köln, M. Vences and F. Glaw Verlags GbR., 2007, ISBN 978-3929449037.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]