Luneburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luneburgo
Grande città indipendente, indipendente dalle Samtgemeinde
Lüneburg
Luneburgo – Stemma
Luneburgo – Veduta
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of Lower Saxony.svg Bassa Sassonia
DistrettoNon presente
CircondarioLuneburgo
Amministrazione
SindacoUlrich Mädge (SPD)
Territorio
Coordinate53°15′N 10°25′E / 53.25°N 10.416667°E53.25; 10.416667 (Luneburgo)
Altitudine17 m s.l.m.
Superficie70,38 km²
Abitanti73 581[1] (31 dicembre 2011)
Densità1 045,48 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale21335, 21337, 21339
Prefisso04131
Fuso orarioUTC+1
Codice Destatis03 3 55 022
TargaLG
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Luneburgo
Luneburgo
Luneburgo – Mappa
Sito istituzionale

Luneburgo (in tedesco Lüneburg, in basso tedesco Lümborg) è una città di 73.581 abitanti (al 31 dicembre 2011)[1] della Bassa Sassonia, in Germania.
È il capoluogo, e il centro maggiore, del circondario (Landkreis) omonimo (targa LG).

Luneburgo si fregia dei titoli di "città anseatica" (Hansestadt) e "Grande città indipendente" (Große selbständige Stadt).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Luneburgo si trova nella conca bassa del fiume Ilmenau, a 30 km da dove questo fiume si immette nell'Elba. Al sud della città si estendono i 7400 km² della Landa di Luneburgo, da questa zona si estraevano grandi risorse lignee e grandi quantità di sale, materiale particolarmente importante per le esportazioni della città nei secoli passati.

All'estremo ovest della città si estende una piccola collina conosciuta come Kalkberg.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Medioevo, Luneburgo era una città la cui economia si basava principalmente sul commercio del sale con le altre città limitrofe, seguendo la conosciuta come "Rotta del sale" che si estendeva tra Lauenburg e Lubecca, per poi entrare nelle rotti commerciali marittime del Mar Baltico. Grazie a questo commercio, la città riuscì ad entrare nella Lega Anseatica.

La città divenne ducato nel 1235 per poi essere annessa da Hannover nel 1692. Durante l'occupazione napoleonica, dal 1807 al 1810, la città fu annessa al regno di Westfalia prima di essere incorporata alla Francia fino al 1814, anno in cui tornò a far parte di Hannover.

Nella Seconda Guerra Mondiale si distrusse il 2,4% della città. Il 4 maggio del 1945 si firmò la Convenzione di Luneburgo, attraverso la quale le truppe tedesche stazionate in Westfalia, Danimarca e Paesi Bassi rimanevano agli ordini del maresciallo di campo Montgomery, prima della capitolazione dell'8 maggio 1945.

Monumenti e Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Am Sande è la piazza principale della città, circondata da palazzotti in cotto dai ricchi frontoni ora gotici ora barocchi.
  • Rathaus. Il Municipio è un vasto edificio realizzato in più epoche. Per lo più d'aspetto gotico, presenta una facciata barocca del 1720.
  • Johanniskirche. La chiesa di San Giovanni è un grande edificio gotico costruito fra il 1289 e il 1308. La torre, con i suoi 108,71 metri è fra le più alte torri d'Europa. All'interno è conservato un grandioso organo.
  • Nicolaikirche. La chiesa di San Nicola venne eretta fra il 1420 e il 1440 secondo i canoni del gotico baltico. La navata centrale presenta mirabili volte a stella a otto punte.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Lüneburg forma parte della compagnia di trasporti Hamburger Verkehrsverbund. In totale ci sono 11 linee di autobus nella zona urbana della città.

La città tiene una stazione ferroviaria principale nel centro della città: la più piccola di tutta la zona di Bardowick. Dalla città è facile accedere attraverso connessione ferroviaria alle città di Amburgo, Hannover, Lubecca, Launenburg, Uelzen e Winsen.

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

La città è sede dell'Università Leuphana di Lüneburg (anteriormente conosciuta come Universität Lüneburg). Ci sono 14 scuole secondarie nella città: 5 Gymnasien, 4 Realschulen e 5 Hauptschulen.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136029148 · ISNI (EN0000 0004 0394 5042 · SBN RMSL002004 · LCCN (ENn79065823 · GND (DE4036512-8 · BNF (FRcb12385730p (data) · J9U (ENHE987007564229605171 · WorldCat Identities (ENlccn-n79065823
  Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Germania