Luna e l'altra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luna e l'altra
Titolo originaleLuna e l'altra
Paese di produzioneItalia
Anno1996
Durata100 min
Generecommedia
RegiaMaurizio Nichetti
SoggettoMaurizio Nichetti,
Stefano Albé
SceneggiaturaMaurizio Nichetti,
Stefano Albé,
Nello Correale,
Laura Fischetto
ProduttoreErnesto Di Sarro
Casa di produzioneBambù
FotografiaLuca Bigazzi
MontaggioRita Rossi
MusicheCarlo Siliotto
ScenografiaMaria Pia Angelini
CostumiMaria Pia Angelini
TruccoRenzo Caroli
Interpreti e personaggi

Luna e l'altra è un film del 1996 diretto dal regista Maurizio Nichetti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Milano, anni cinquanta. Luna di Capua è una maestra elementare napoletana trasferitasi al nord per lavoro. Un'insegnante meticolosa e integerrima, che dedica la sua vita ai bambini e all'anziano padre con cui vive, che immagina una figlia più espansiva e vedrà il sogno avverarsi come nelle migliori favole. Con l'aiuto d'una lampada magica, appartenente al mago Igor, Luna perde la sua ombra, che ne assume le sembianze sotto il nome di Ombretta. Tutto ciò che Luna non ha fatto lo sperimenterà Ombretta, con un effetto trascinante di sdoppiamento.

Luoghi del film[modifica | modifica wikitesto]

Le scene scolastiche sono ambientate presso una vera scuola elementare, per l'esattezza la scuola "Rinnovata Pizzigoni" di Milano. Il regista ha coinvolto come comparse gli alunni delle classi quarte di quell'anno, che sono stati vestiti e pettinati come si usava negli anni cinquanta, e hanno contribuito alla scena finale, quando viene ritrovata la bomba nel giardino.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema