Luigi della Bassa Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi della Bassa Lorena (980 circa - dopo il 1012) era il secondo figlio del duca Carlo di Lorena ed il maggiore delle sue seconde nozze con Adelaide, figlia di un vassallo di secondaria importanza di Ugo Capeto nonché lontano cugino, Roberto di Vermandois.

A differenza di suo fratello maggiore Ottone della Bassa Lorena, che ereditò una parte delle terre governate dal padre, Luigi seguì il padre alla volta della Francia, dove Carlo combatté per il trono francese finendo entrambi incarcerati a causa della malvagità del vescovo Adalberone di Laon, da Ugo ad Orléans nel 991. Carlo morì in prigione intorno al 993 ed il figlio venne liberato. Ha affermato Ferdinand Lot che la vita di Luigi dopo il 995 è completamente sconosciuta, ma la ricerca più recente ha fatto una certa luce su di essa.

Dal 1005 al 1012 riparò presso Guglielmo IV di Aquitania nel suo palazzo a Poitiers, venendo trattato con grande rispetto in quanto considerato legittimo erede al trono francese: Luigi firmò persino un documento di Guglielmo come Lodovici filii Karoli regis. Il giovane Luigi fu poi utilizzato dall'arcivescovo di Rouen Roberto II nelle sue trame contro il Capetingi e per questo venne di nuovo incarcerato, e permanentemente, questo volta a Sens, dove morì.