Luigi de' Rossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi omonimi, vedi Luigi Rossi (disambigua).
Luigi de' Rossi
cardinale di Santa Romana Chiesa
Raffael 040.jpg
Luigi de' Rossi (a destra) con Leone X (al centro) e Giulio de' Medici (a sinistra). Dipinto di Raffaello Sanzio del 1518/1519 presso la Galleria degli Uffizi a Firenze
Template-Cardinal (not a bishop).svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato6 agosto 1474 a Firenze
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Creato cardinale1º luglio 1517 da papa Leone X
Deceduto20 agosto 1519 (45 anni) a Roma
 

Luigi de' Rossi (Firenze, 6 agosto 1474Roma, 20 agosto 1519) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Leonetto de' Rossi e di Maria di Piero de' Medici, familiare della casa Medici, alla quale apparteneva sua madre, era nipote di Lorenzo il Magnifico e cugino di papa Leone X, che lo nominò cardinale con il titolo di San Clemente nel concistoro 1º luglio 1517. Il grado di parentela con il Pontefice è quello di cugino, in quanto la madre di Luigi era sorella di Lorenzo il Magnifico.

La sua educazione gli venne impartita proprio con Giovanni, futuro papa Leone X. Della giovinezza non si conosce molto, il Cardella[1] riporta come in gioventù dimostrasse "... maturo giudizio e rara prudenza nel maneggio degli affari..."

Fu un fedelissimo di Leone X, tanto che il papa si fece ritrarre da Raffaello in un celebre ritratto conservato agli Uffizi accanto ai due cardinali suoi parenti: Giulio de' Medici, futuro papa Clemente VII e Luigi de' Rossi, appunto.

Morì a Roma nel 1519 e venne sepolto nella basilica di San Pietro, allora un cantiere in costruzione aperto, e solo molti anni dopo trasferito a Firenze, nella Chiesa di Santa Felicita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa, IV, 39.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]