Luigi Musolino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Musolino (Pinerolo, 3 novembre 1982) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Musolino nasce nel 1982 in provincia di Torino, dove risiede e lavora. Appassionato sin da bambino di narrativa horror e del sovrannaturale, che scopre grazie alla biblioteca paterna, comincia a collaborare nel 2008 con la Dagon Press, piccola casa editrice guidata da Pietro Guarriello che pubblica Studi Lovecraftiani, rivista di approfondimento e studio delle opere del "Gentiluomo di Providence". Per la stessa casa editrice cura e traduce due antologie di racconti di Carl Jacobi, autore dell’epoca d’oro del pulp-magazine americano, inaugurando così una nuova collana intitolata I Giganti del Weird.

Negli anni successivi si distingue in numerosi concorsi di narrativa fantastica, come il Sanguinario Valentino[1], il Rill (Edizioni 2010[2] e 2012), il NeroPremio[3], il Circo Massimo, il Premio Algernon Blackwood[4] e il Premio Hypnos[5].

Nel 2010 entra nelle fila della casa editrice Edizioni XII e traduce il romanzo horror-apocalittico di Brian Keene I vermi conquistatori. L’anno seguente continua il suo lavoro di traduzione con racconti di Michael Laimo e il romanzo di Lisa Mannetti vincitore del Premio Bram Stoker The Gentling Box. È poi la volta degli scritti autobiografici di Howard Phillips Lovecraft, raccolti nel volume Parola di Lovecraft a cura di Gianfranco De Turris e Pietro Guarriello. Nello stesso anno lavora all’editing della raccolta di racconti La Mezzanotte del Secolo di Samuel Marolla, pubblicato da Edizioni XII.

Nel 2012 pubblica la sua prima antologia personale Bialere – Storie da Idrasca, volume digitale autoprodotto con un’introduzione di Danilo Arona, che riscuote consensi dalla critica specializzata[6].

Nel 2014 e nel 2015 vedono la luce Oscure Regioni Volume 1[7] e 2[8], antologia di venti racconti in due volumi edita da Wild Boar Edizioni, che si configura come un disturbante viaggio regionale alla scoperta delle leggende e delle creature dell’immaginario folcloristico italiano.

Suoi racconti sono stati pubblicati in Sudafrica, Irlanda e Stati Uniti.

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]