Luigi Lama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Lama (Aosta, 12 gennaio 1891Giavera del Montello, 20 giugno 1918) è stato un militare italiano, decorato con la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque ad Aosta da famiglia romagnola, figlio di Agostino.

Durante la Grande Guerra fu maggiore di fanteria e comandante del III Battaglione del 73º Reggimento della Brigata Lombardia. Con i suoi uomini partecipò all'attacco di casa Serena, caposaldo austro-ungarico sul versante settentrionale del Montello. L'azione fu un fallimento e lo stesso Lama trovò eroicamente la morte sotto i colpi nemici[1].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor militare
«Ufficiale di preclare virtù, saputo che il proprio battaglione era impegnato in un'azione, interrompeva volontariamente la licenza invernale, appena iniziata, per accorrere al suo posto d'onore e di pericolo. Assunto il comando di battaglione, in circostanze particolarmente critiche, riusciva, con singolare perizia e con l'ascendente del suo valoroso esempio, a trascinare all'assalto truppe già scosse, ed a giungere per primo sulla tanto contesa posizione nemica, ove cadde trafitto al cuore da baionetta austriaca[2]
— Montello, 20 giugno 1918.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guerra italo-austriaca 1915-18. Le medaglie d'oro, Volume Quarto, Stabilimento poligrafico per l'amministrazione della guerra, 1929, p. 95.
  2. ^ Medaglia d'oro al valor militare Luigi Lama, Quirinale. URL consultato il 29 luglio 2014.