Luigi Ferdinando di Prussia (1907-1994)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luigi Ferdinando di Prussia
Louis ferdinand c1930.jpg
Luigi Ferdinando di Prussia fotografato nel 1930
Pretendente al trono di Germania e di Prussia
Stemma
In carica 20 luglio 1951 - 26 settembre 1994
Predecessore Guglielmo di Prussia
Successore Giorgio Federico di Prussia
Nome completo Louis Ferdinand Viktor Eduard Aldalbrecht Michael Hubertus
Nascita Potsdam, 9 novembre 1907
Morte Brema, 26 settembre 1994
Padre Guglielmo di Prussia
Madre Cecilia di Meclemburgo-Schwerin
Consorte Kira Kirillovna Romanova

Luigi Ferdinando di Prussia, nome completo Louis Ferdinand Viktor Eduard Adalbrecht Michael Hubertus Prinz von Preußen (Potsdam, 9 novembre 1907Brema, 26 settembre 1994), membro del casato degli Hohenzollern, è stato il pretendente al trono imperiale tedesco ed un fervido oppositore del Partito nazista, nonché uomo d'affari e mecenate.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Ferdinando nacque a Potsdam, terzo in linea di successione al trono dell'Impero tedesco e di Prussia, dopo il padre, il principe della corona tedesca Guglielmo e il fratello maggiore, principe Guglielmo di Prussia. La monarchia venne abolita dopo la rivoluzione avvenuta in Germania nel 1918. Quando il fratello Guglielmo rinunciò nel 1933 ai suoi diritti successori per sposare una donna non di sangue reale (sarebbe poi morto tra le file dell'esercito tedesco durante un'azione militare in Francia nel 1940), Luigi Ferdinando prese il suo posto nella linea di successione e, a seguito delle morti del nonno, l'ex imperatore Guglielmo II e del padre, divenne pretendente al duplice trono.

Luigi Ferdinando venne educato a Berlino e deviò dalla tradizione di famiglia, tralasciando la carriera militare. Al contrario dei suoi predecessori viaggiò molto e per un po' di tempo si stabilì a Detroit, dove diventò amico di Henry Ford e Franklin Delano Roosevelt, tra gli altri. Egli aveva un grande interesse per l'ingegneria. Richiamato dagli Stati Uniti dopo la rinuncia al trono del fratello, si interessò all'industria aeronautica tedesca, ma Hitler gli impedì di prendere parte a qualsiasi attività militare. A causa di questo, Luigi Ferdinando si dissociò dal Nazismo. Non fu però implicato nell'attentato a Hitler del 20 luglio 1944, ma venne comunque interrogato dalla Gestapo immediatamente dopo l'avvenimento.[1]

Nel 1938 egli sposò la granduchessa Kira Kirillovna di Russia, prima con cerimonia russa-ortodossa a Potsdam ed in seguito con rito luterano a Huis ten Doorn, nei Paesi Bassi. Kira era la seconda figlia del granduca Kirill Vladimirovič Romanov e della principessa Vittoria Melita di Sassonia-Coburgo-Gotha. Ebbero quattro figli e tre figlie. I due figli maggiori rinunciarono entrambi ai loro diritti di successione per sposare delle donne borghesi. Il terzo figlio, ed erede, Luigi Ferdinando morì nel 1977 durante una manovra militare, quindi il nipote Giorgio Federico, principe di Prussia, divenne, diciottenne, capo della famiglia Hohenzollern e pretendente al trono prussiano e tedesco dopo la morte di Luigi Ferdinando nel 1994.

Dopo la riunificazione della Germania, Luigi Ferdinando riuscì ad ottenere che i resti di molti degli Hohenzollern potessero venire sepolti nella cripta imperiale a Potsdam.

Luigi Ferdinando ebbe anche rapporti amichevoli con il giornalista americano vincitore del premio Pulitzer, Louis P. Lochner.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Luigi Ferdinando con la moglie, Kira Kirillovna Romanova, nel 1938

Luigi Ferdinando e Kira Kirillovna ebbero i seguenti figli:

  • Principe Federico Guglielmo di Prussia (10 febbraio 1939 - 29 settembre 2015), sposò in prime nozze Waltraud Freytag (n. 1940), poi Ehrengard von Reden (n. 1943) e in terze nozze Sibylle Kretschmer; rinunciò ai suoi diritti di successione il 18 settembre 1967. Il figlio Filippo nacque dal primo matrimonio; gli altri figli sono frutto del secondo matrimonio:
    • Principe Filippo Kirill di Prussia (n. 23 aprile 1968); sposò Anna Christine Soltau il 28 giugno 1994 a Keil (Kronshagen);
    • Principe Federico Guglielmo di Prussia (n. 16 agosto 1979);
    • Principessa Vittoria Luisa di Prussia (n. 2 maggio 1982);
    • Principe Gioacchino-Alberto di Prussia (n. 26 giugno 1984);
  • Principe Michele di Prussia (n. 22 marzo 1940), sposò in prime nozze Jutta Jorn (n. 27 gennaio 1943) ed in seguito Brigitte von Dallwitz (n. 17 settembre 1939); rinunciò ai suoi diritti successori il 29 agosto 1966. Entrambi i figli sono nati dal primo matrimonio:
    • Principessa Micaela di Prussia (n. 5 marzo 1967);
    • Principessa Natalia di Prussia (n. 13 gennaio 1970);
  • Principessa Maria Cecilia di Prussia (n. 28 maggio 1942);
  • Principessa Kira di Prussia (27 giugno 1943 – 10 gennaio 2004);
  • Principe Luigi Ferdinando di Prussia (25 agosto 1944 – 11 luglio 1977);
    • Principe Giorgio Federico di Prussia (n. 10 giugno 1976);
  • Principe Cristiano Sigismondo di Prussia (n. 14 marzo 1946);
  • Principessa Xenia di Prussia (9 dicembre 1949 – 18 gennaio 1992).

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Federico III di Germania Guglielmo I di Germania  
 
Principessa Augusta di Sassonia-Weimar-Eisenach  
Guglielmo II di Germania  
Vittoria, Principessa Reale Principe Alberto di Sassonia-Coburgo e Gotha  
 
Vittoria del Regno Unito  
Guglielmo, Principe della Corona tedesca  
Federico VIII, Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg Cristiano Augusto II, Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
 
Luisa di Danneskiold-Samsøe  
Principessa Augusta Vittoria di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg  
Principessa Adelaide di Hohenlohe-Langenburg Ernesto I, Principe di Hohenlohe-Langenburg  
 
Principessa Fedora di Leiningen  
Luigi Ferdinando, Principe di Prussia  
Federico Francesco II, Granduca di Meclemburgo-Schwerin Paolo Federico, Granduca di Meclemburgo-Schwerin  
 
Principessa Alessandrina di Prussia  
Federico Francesco III, Granduca di Meclemburgo-Schwerin  
Principessa Augusta Reuss di Köstritz Principe Enrico LXIII di Reuss-Köstritz  
 
Contessa Eleonora di Stolberg-Wernigerode  
Duchessa Cecilia di Meclemburgo-Schwerin  
Granduca Michail Nikolaevič di Russia Nicola I di Russia  
 
Principessa Carlotta di Prussia  
Granduchessa Anastasija Michajlovna di Russia  
Principessa Cecilia di Baden Leopoldo, Granduca di Baden  
 
Principessa Sofia di Svezia  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze tedesche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Louis Ferdinand, Prince of Prussia, The Rebel Prince (Chicago: Henry Reegnery, 1952): 306-324.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14764711 · ISNI (EN0000 0001 1598 1911 · LCCN (ENn84115145 · GND (DE11859642X · BNF (FRcb118865574 (data) · BAV (EN495/147823 · WorldCat Identities (ENlccn-n84115145