Luigi Centurini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Centurini (Genova, 24 aprile 1820Genova, 10 novembre 1900) è stato uno scacchista e compositore di scacchi italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza, si dedicò a studi di economia politica e amministrativa. Fu consigliere e assessore al Comune di Genova.

Nel 1853 pubblicò a Genova un opuscolo intitolato Giuoco degli scacchi. Del finale di torre e cavallo contro torre, testo che lo fece conoscere in tutto il mondo.

Nel 1865 scrisse un lavoro sul "gambetto grande" che apparve sull'Eco della Scienza, ma i suoi studi si indirizzarono soprattutto al finale di partita.

Collaborò con La Régence del 1856 e con Chess Monthly l'anno successivo. Fu in corrispondenza con i maggiori teorici di scacchi del suo tempo.

Fu considerato uno dei più profondi conoscitori ed analisti nel campo dei finali di partita.

Un finale di Luigi Centurini[modifica | modifica wikitesto]

La Régence, 1856
a b c d e f g h
8
Chessboard480.svg
c8 re del nero
c6 re del bianco
e6 pedone del bianco
a5 alfiere del nero
g3 alfiere del bianco
8
7 7
6 6
5 5
4 4
3 3
2 2
1 1
a b c d e f g h
Il Bianco muove e vince


1.e7 Ad8 2.e8=A! Ac7 3.Ad7+ (3.Axc7 stallo!) 3...Rd8 4.Axc7 e vince. Se 2...Aa5 (Ag5) 3.Ad7+ (Ac7) 3...Rd8 (qualunque mossa di alfiere) e matto alla successiva con 4.Ah4 (4.Ad7).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN99254561