Luigi Borgomainerio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Borgomainerio (Como, 1834Rio de Janeiro, 1876) è stato un pittore e disegnatore italiano.

Di spirito repubblicano, fu uno dei caricaturisti del giornale satirico Spirito Folletto e il fondatore del giornale Mefistofele. Come pittore realizzò le decorazioni del Teatro Cressoni, a Como. Come vignettista realizzò alcune immagini per l'edizione Rechiedei del 1869[1] del romanzo I promessi sposi di Alessandro Manzoni e le vignette per il giornale L'Emporio Pittoresco. E per quest'ultimo fu corrispondente nel periodo della Repubblica romana di Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi. Successivamente decise di partire per il Brasile, ma morì subito dopo il suo arrivo, nel 1876, a Rio de Janeiro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ pag 353 Alessandro Manzoni, I promessi sposi, Hoepli, 1997 ISBN 88-203-2389-3
Controllo di autoritàVIAF (EN6647149844965602960007 · GND (DE1135575479