Luigi Belli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Belli (Torino, 28 febbraio 1848Torino, 25 maggio 1919) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Maurizio Belli di Mollia, pittore-decoratore, e di Claudine Donce Vaillerant, originaria di Clermont-Ferrand. Studiò dapprima Architettura decorativa a Parigi con l'architetto Torrier. A Torino divenne allievo di Vincenzo Vela e Odoardo Tabacchi, docenti di scultura all'Accademia Albertina.

Divenuto a sua volta docente di Plastica ornamentale nella stessa Accademia nel 1885, ricoprì incarichi di insegnamento sino al 1916. Fu inoltre docente di Plastica alle Scuole serali Municipali. Ebbe una lunga e intensa attività di scultore, anche per impegnative realizzazioni monumentali. Nel biennio 1873-1874 fu pensionato del Collegio Caccia di Novara.

Espose alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino dal 1871 al 1919, e al Circolo degli Artisti dal 1883. Nel 1876 partecipò al concorso per la facciata dell'edificio della Società Promotrice delle Belle Arti a Torino. Si conservano suoi bozzetti alla Pinacoteca di Varallo Sesia e alla Galleria d'Arte Moderna di Torino (acquisto della Fondazione De Fornaris). La Galleria d'Arte Moderna di Roma conserva una versione in bronzo del bozzetto per il monumento a Raffaello Sanzio. A Torino ebbe lo studio in via Bonafous 3, poi in via Accademia Albertina 2 e infine in via Po 18.

Statua della Sardegna del Vittoriano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonello Nave, Un monumento a Raffaello - le vicende di un progetto e l'opera di Luigi Belli per Urbino, Accademia Raffaello - Urbino, 2007

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fantasmi di bronzo. Guida ai monumenti di Torino 1808-1937, Torino 1978, 112, 134, 198.
  • Cittadini di pietra. La storia di Torino riletta nei suoi monumenti, Torino 1992, 335.
  • Memorie nel bronzo e nel marmo. Monumenti celebrativi e targhe nelle piazze e nelle vie di Milano, a cura di Michele Petrantoni, Milano 1997, 258.
  • R. Antonetto, Frejus. Memorie di un monumento, Torino 2001, 27-30.
  • S. Antellini, Il Vittoriano, Roma 2003, 61.
  • A. Panzetta, Nuovo dizionario degli scultori italiani dell'Ottocento e del primo Novecento, Torino 2003, I, 80.
  • Fondazione De Fornaris News, 3, 2006.
  • F. Cafagna, E. Cristina, B. Zanelli, Apparati. Allievi di Vincenzo Vela all'Accademia Albertina 1856-1867, in Giorgio Mollisi (a cura di), Svizzeri a Torino nella storia, nell'arte, nella cultura, nell'economia dal Cinquecento ad oggi, «Arte&Storia», anno 11, numero 52, ottobre 2011, Edizioni Ticino Management, Lugano 2011, 629-630.
  • Antonello Nave, Un monumento a Raffaello - le vicende di un progetto e l'opera di Luigi Belli per Urbino, Accademia Raffaello - Urbino, 2007

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56883116 · ISNI (EN0000 0000 6663 0209 · GND (DE124281648 · BNF (FRcb14967849r (data) · ULAN (EN500080206 · WorldCat Identities (EN56883116