Luglio, agosto, settembre (nero)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luglio, agosto, settembre (nero)
Artista Area
Autore/i Gianni Sassi, Area
Genere Rock sperimentale
Rock progressivo
Fusion
Data 1973

Luglio, agosto, settembre (nero) è la prima traccia del primo album degli Area, Arbeit macht frei, del 1973.

La musica deriva da una canzone popolare della Macedonia, mentre il testo parla del dramma del popolo palestinese. Il titolo, in particolare, fa riferimento ad un drammatico episodio della storia di questo popolo.

Il brano si apre con la registrazione di un accorato appello in lingua araba rivolto da una ragazza palestinese al proprio amato: «Lascia la rabbia / Lascia il dolore / ... / Lascia le armi e vieni a vivere con la pace». Il tono pacifista del parlato contrasta curiosamente col carattere "militante" della parte cantata (Settembre Nero è anche il nome di un'unità della guerriglia armata palestinese) in linea con le posizioni della sinistra di quegli anni.

« Il contenuto politico secondo me c'è anche senza che io dica: "Noi facciamo un pezzo per i compagni palestinesi...". In radio non ci hanno mai trasmessi, chiaramente tutti avevano dei blocchi morali, si scandalizzavano perché abbiamo fatto un pezzo che si chiamava "Settembre Nero". »
(Demetrio Stratos, 1974)

Nel 1977 comunque Radio Roseto Libera di Roseto Degli Abruzzi (TE) eleggeva tale brano a sigla di apertura e chiusura delle trasmissioni radiofoniche.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo