Lucy Hannah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lucy Hannah (Alabama, 12 agosto 1895Michigan, 21 marzo 1993) è stata una donna statunitense, la quale fu a lungo ritenuta una supercentenaria[1].

A seguito della sua validazione fu ritenuta per lungo tempo una delle persone più anziane della storia umana, ma dal dicembre 2020 il suo caso non è più confermato[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lucy Hannah affermò di essere nata in Alabama il 16 luglio 1875; tuttavia secondo diversi documenti venne alla luce tra il 1894 ed il 1895[1]. Al momento della sua morte, alla presunta età di 117 anni, era considerata la seconda persona vivente più anziana dietro a Jeanne Calment (la francese era più vecchia di cinque mesi rispetto alla statunitense, essendo nata a febbraio) ed era la persona più anziana vivente ad non aver mai detenuto il record di persona vivente più anziana. Muore in Michigan il 21 marzo 1993. Rimasta anonima praticamente fino alla morte, le notizie e i documenti su Hannah scarseggiano talmente tanto che su internet non sono presenti sue foto.

Anomalie sull'età[modifica | modifica wikitesto]

Lucy Hannah affermava di avere un anno in più (quindi di essere nata nel 1874), ma indagini condotte dallo studio Kestenbaum dell'amministrazione della sicurezza sociale nel 2003 smentirono la circostanza e accettarono un'età alla morte di 117 anni e 248 giorni. Tuttavia ulteriori ricerche indipendenti, svolte anni dopo la sua morte hanno avanzato l'ipotesi che Lucy Hannah fosse nata in realtà il 12 agosto 1895 e morta a 97 anni, ritenendo il caso da screditare[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Age 115+ in the USA, su link.springer.com. URL consultato l'11 dicembre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]