Lucrezia di Lorenzo de' Medici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri membri della famiglia Medici, vedi Lucrezia de' Medici.
Lucrezia de' Medici?

Lucrezia de' Medici (Firenze, 4 agosto 1470 – 10/15 novembre 1553) fu una nobildonna fiorentina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia primogenita di Lorenzo de' Medici e di Clarice Orsini; venne battezzata il 21 agosto 1470 con i nomi di Lucrezia Maria Romola. Il 10 settembre del 1486 si sposò con Jacopo Salviati.

Un suo ritratto come neonata è ritenuto quello come Gesù bambino nella Madonna del Magnificat di Sandro Botticelli.

Lucrezia arrivò ad essere nonna di dieci nipoti e morì alla veneranda età, soprattutto per l'epoca, di 83 anni.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Dall'unione con il Salviati nacquero 10 figli, alcuni dei quali di grande importanza per la storia rinascimentale:

  1. Cardinale Giovanni Salviati (Firenze, 24 marzo 1490 - Ravenna, 1553);
  2. Lorenzo Salviati (Firenze, 1492 - Ferrara, 1539), senatore e mecenate;
  3. Piero Salviati, patrizio;
  4. Elena Salviati (Firenze, 1495 circa - Genova, 1552), sposò il Marchese Pallavicino Pallavicino e in seconde nozze il Principe Jacopo V d'Appiano d'Aragona;
  5. Battista Salviati (1498-1524);
  6. Maria Salviati (17 luglio 1499-1543), sposò Giovanni de' Medici (il celebre condottiero Giovanni dalle Bande Nere). Il suo matrimonio fu particolarmente importante, perché per suo tramite si riunirono il ramo principale e quello popolano o cadetto della famiglia de' Medici; per questo motivo il loro figlio Cosimo venne chiamato a guidare Firenze dopo la scomparsa del Duca Alessandro de' Medici e l'estinzione del ramo primigenio, dando così vita al ramo granducale della dinastia.
  7. Luisa Salviati, sposò Sigismondo de Luna e Peralta;
  8. Francesca Salviati, (Firenze, 23 agosto 1504) sposò Piero Gualterotti e in seconde nozze nel 1533 Ottaviano de' Medici; fu la madre di Papa Leone XI;
  9. Cardinale Bernardo Salviati (Firenze, 17 febbraio 1508 - Roma, 1568);
  10. Alamanno (8 luglio 1510-1571), patrizio.