Luciocephalus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Luciocephalus
Luciocephalus pulcher.jpg
Luciocephalus pulcher
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Anabantoidei
Famiglia Osphronemidae
Sottofamiglia Luciocephalinae
Genere Luciocephalus
Bleeker, 1851

Luciocephalus Bleeker, 1851 è un genere di pesci ossei d'acqua dolce, appartenente alla famiglia Osphronemidae (sottofamiglia Luciocephalinae).[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere deriva dall'unione delle parole lucius (dal latino luccio) + kepahle (dal greco testa) indicanti la somiglianza con la testa del luccio di queste specie.

Diffusione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Queste specie sono diffuse in Thailandia, Malesia e nell'arcipelago indonesiano (prevalentemente Sumatra e Borneo).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Queste specie presentano un corpo compresso ai fianchi, siluriforme ed estremamente idrodinamico. La bocca è estreflettibile per permettere una maggior capacità nella predazione. La pinna dorsale è piccola e molto arretrata; sono presenti due pinne anali. Le pinne ventrali sono filiformi con base più ampia mentre la caudale è a delta, dagli angoli arrotondati. La livrea è mimetica, con una o più linee brune su fondo color sabbia. La lunghezza variano dai 10 cm di Luciocephalus aura ai 20 cm di Luciocephalus pulcher.

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Entrambe le specie sono allevate in acquariofilia.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Luciocephalus comprende le seguenti specie:[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bailly, N., 2014, Luciocephalus Bleeker, 1851, in WoRMS (World Register of Marine Species). URL consultato il 2 ottobre 2015.
  2. ^ (EN) Luciocephalus, elenco delle specie, su FishBase. URL consultato il 2 ottobre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]