Lucio Licinio Lucullo (console 151 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lucio Licinio Lucullo
Nome originaleLucius Licinius Lucullus
GensLicinia
Consolato151 a.C.

Lucio Licinio Lucullo [1] (in latino Lucius Licinius Lucullus; ... – ...) è stato un politico e militare romano, homo novus e console nel 151 a.C..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu imprigionato dai tribuni per aver cercato di esigere in maniera troppo dura un'imposta per le truppe. Nel raggiungere l'Hispania, si dispiacque nello scoprire che i Celtiberi avevano raggiunto una pace, e attaccò i Vaccei e i Cauci, massacrando i secondi dopo averci raggiunto un accordo. Fu coinvolto anche nella guerra lusitana.

Fu il padre di Lucio Licinio Lucullo, pretore nel 104 a.C. e comandante militare nella seconda guerra servile e nonno del famoso dux Lucio Licinio Lucullo, console nel 74 a.C. e di Marco Terenzio Varrone Lucullo, console nel 73 a.C.

Note[modifica | modifica wikitesto]