Lucio Gellio Publicola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucio Gellio Publicola
Nome originale Lucius Gellius Publicola
Gens Gellia
Consolato 72 a.C.

Lucio Gellio Publicola (in latino: Lucius Gellius Publicola; floruit 72 a.C.; ... – ...) è stato un senatore e generale romano che combatté nella terza guerra servile.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu console del 72 a.C. assieme a Gneo Cornelio Lentulo Clodiano. Durante la terza guerra servile, Publicola e Clodiano furono incaricati di attaccare gli schiavi ribelli guidati da Spartaco e Crixus, che avevano sconfitto gli eserciti dei pretori nel 73 a.C.

Gellio sconfisse Crixus e 3000 ribelli in Apulia, nei pressi del monte Gargano, per poi spostarsi verso nord seguendo le forze di Spartaco. Mentre Lentulo sbarrava il passo a Spartaco a nord, i due consoli contavano di stringere i ribelli in una morsa tra i due eserciti romani, ma Spartaco li attaccò separatamente, sconfiggendo prima Lentulo e poi, tornato indietro, Gellio.

Poco dopo i due consoli furono esautorati e il comando della guerra affidato a Marco Licinio Crasso.

Predecessore Console romano Successore Consul et lictores.png
Gaio Cassio Longino
e
Marco Terenzio Varrone Lucullo
(72 a.C.)
con Gneo Cornelio Lentulo Clodiano
Publio Cornelio Lentulo Sura
e
Gneo Aufidio Oreste