Lucio Fulvio Gavio Numisio Emiliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lucio Fulvio Gavio Numisio Emiliano (latino: Lucius Fulvius Gavius Numisius Aemilianus; floruit 223249; ... – ...) fu un senatore e un politico dell'Impero romano.

Di origine italica, apparteneva ad una famiglia patrizia: era figlio del console del 206, Lucio Fulvio Gavio Numisio Petronio Emiliano.

Fu questore e pretore candidato dell'imperatore, e sotto Alessandro Severo fu electus ad dilectum habendum per regionem Transpadanam. Nel 223 e nel 235 fu console suffetto, per poi esercitare il consolato ordinario nel 249. Fu pure pontefice.

Emiliano viene identificato col console del 249 in quanto il console del 244, Fulvio Emiliano, probabilmente suo fratello, difficilmente avrebbe potuto esercitare due consolati ordinari in appena sei anni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Console romano Successore
Imperatore Cesare Marco Giulio Filippo Augusto III,
Imperatore Cesare Marco Giulio Severo Filippo Augusto II
249
con Lucio Nevio Aquilino
Imperatore Gaio Messio Quinto Traiano Decio Augusto II,
Vettio Grato