Lucio Cornelio Cinna (console 127 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lucio Cornelio Cinna
Nome originaleLucius Cornelius Cinna
FigliLucio Cornelio Cinna
GensCornelia
Consolato127 a.C.
Asse
Cornelia 11 3060334.jpg
Testa laureata di Giano; I sopra Prua di galera dx; CINA sopra, I a destra.
Æ Asse (31mm, 24,55 g, 1h)

Lucio Cornelio Cinna[1] (in latino: Lucius Cornelius Cinna; ... – ...) fu un console della Repubblica romana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Come riportato dai Fasti consolari, Cinna fu console nel 127 a.C. ed ebbe come collega Lucio Cassio Longino Ravilla; non sono note altre tappe del suo cursus honorum, anche se egli fu il primo della famiglia Cinna della gens Cornelia ad arrivare a posizioni di così grande respiro. Il suo anno di consolato di concluse senza registrare alcun evento degno di rilievo.

Lucio Cornelio Cinna è invece ricordato perché fu il padre del Lucio, famoso leader del partito popolare.

Magistrato monetario[modifica | modifica wikitesto]

A Lucio Cornelio Cinna è attribuita una emissione, databile nel periodo 169 - 158 a.C. composta da cinque monete in bronzo dall'asse al sestante. La serie è caratterizzata al rovescio dalle lettere CINA[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]