Lucio Ardenzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lucio Ardenzi

Lucio Ardenzi, nome d'arte di Lucio Minunni (Roma, 14 agosto 1922Roma, 2 luglio 2002), è stato un cantante, attore, regista e imprenditore italiano.

Lucio Ardenzi, raffigurato sul nr. 28 della rivista "Il Canzoniere della Radio" datato 15 gennaio 1942
Lucio Ardenzi, raffigurato sul nr. 28 della rivista "Il Canzoniere della Radio" datato 15 gennaio 1942

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo successo lo ottenne negli anni quaranta del novecento quando presentò ai microfoni dell'EIAR la canzone "Ombretta", accompagnato dall'Orchestra Angelini.

Dopo la seconda guerra mondiale divenne un noto impresario teatrale e talent scout, lanciando, fra l'altro, celebri coppie come Giorgio Albertazzi-Anna Proclemer e Paolo Stoppa-Rina Morelli.

Nel 1955 organizzò una tournée nell'America del Sud[1] - Brasile, Argentina, Uruguay - con l'appoggio del Ministero dello Spettacolo. Fra i partecipanti attori del calibro di Luigi Vannucchi, Anna Proclemer, Giorgio Albertazzi, Renzo Ricci, Eva Magni, Tino Buazzelli, Glauco Mauri, Davide Montemurri, Franca Nuti e Bianca Toccafondi. A parte il Re Lear di Shakespeare, che vedeva riuniti nello stesso spettacolo tutti gli attori principali della compagnia, il repertorio era tutto italiano: Corruzione al Palazzo di giustizia di Ugo Betti, Beatrice Cenci di Alberto Moravia in prima mondiale, Il seduttore di Diego Fabbri.

Si sposò[2] nel 1960 con la cantante Ornella Vanoni, dalla quale si separò nel 1965 e che gli diede nel 1962 il figlio Cristiano. Si risposa qualche anno dopo con Erina Torelli che nel 1969 gli diede la secondogenita Francesca che, una volta adulta, affiancò il padre alla conduzione della società di produzione teatrale PLEXUS T. Figura di primo piano dell'AGIS circa sei mesi prima del decesso era stato nominato presidente dell'Ente Teatrale Italiano

Filmografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Teatrografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1941 - Alida (Di Ceglie - Tettoni); orchestra diretta dal Maestro Cinico Angelini. Supporto 78 giri Cetra, N. catalogo DD10000.
  • 1941 - Ho rubato una stella (Strappini - Morbelli); orchestra da ballo dell'EIAR diretta dal Maestro Cinico Angelini. Supporto 78 giri Cetra, N. di catalogo DD10023.
  • 1941 - Non so chi è (Medini-De Vera-Sacchi); orchestra diretta dal Maestro Cinico Angelini. Supporto 78 giri Cetra, N. di catalogo DD10068.
  • 1941 - Ombretta (Gallazzi); orchestra diretta dal Maestro Cinico Angelini. Edizioni: Gallazzi. Supporto 78 giri Cetra, N. di catalogo DC4084.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito ufficiale di Anna Proclemer Copia archiviata, su annaproclemer.it. URL consultato il 27 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2014).
  2. ^ √ Ornella Vanoni: Discografia, Biografia, Concerti e molto altro su Rockol

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3525154260907924480009 · SBN IT\ICCU\LIGV\034725 · WorldCat Identities (ENviaf-3525154260907924480009