Lucian Bernhard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lucian Bernhard. Manifesto di propaganda della Grande Guerra che invita la popolazione ad usare con parsimonia alcuni beni di prima necessità quali il sapone e l'olio.

Lucian Bernhard, pseudonimo di Emil Kahn (Bad Cannstatt, 15 marzo 1883New York, 29 maggio 1972), è stato un pubblicitario e grafico tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di uno stile caratterizzato da un'estrema semplicità grafica e comunicativa, è stato uno dei più importanti graphic designer tedeschi della prima metà del Novecento.

La sua prima opera di rilievo è un manifesto per i fiammiferi Priester, che viene premiato nel 1905 alla Camera di Commercio berlinese. Tale evento segna l'inizio di una fortunata carriera di pubblicitario. Tra i suoi lavori più celebri è possibile citare, oltre a quelli propagandistici della Prima guerra mondiale, il poster per le scarpe Stiller del 1912.

Nel 1920 diventa insegnante presso la Königlichen Akademie di Berlino. E sempre nei primi anni venti è cofondatore della rivista di grafica Das Plakat (poi Gebrauchsgraphik). Nel 1923 tiene una serie di conferenze negli Stati Uniti, luogo questo dove emigrerà e dove passerà il resto della propria vita.

Importante è stata anche la sua opera di progettazione di caratteri tipografici. Nell'arco della propria carriera arrivò a realizzarne 36. Tra i più importanti è possibile citare il Lucian (1928), il Fashion (1929) e il Tango (1933).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Fioravanti. Il dizionario del grafico. Bologna, Zanichelli, 1993. ISBN 88-08-14116-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN8131910 · ISNI (EN0000 0000 5533 0948 · LCCN (ENnr99014116 · GND (DE116146230 · BNF (FRcb13776180f (data)