Lucia Berlin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lucia Brown Berlin (Juneau, 12 novembre 1936Marina del Rey, 12 novembre 2004) è stata una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lucia Brown Berlin nasce a Juneau, in Alaska, nel 1936[1].

Trascorre una giovinezza nomade al seguito del padre, ingegnere minerario, con soste più lunghe a El Paso e a Santiago del Cile e nel 1955 inizia a studiare all'Università del Nuovo Messico[2].

I suoi primi racconti appaiono nel 1960 e trovano ospitalità su varie riviste quali The Noble Savage e The New Strand, e successivamente sull'Atlantic Monthly e sul New American Writing[3] mentre per mantenersi svolge svariati mestieri quali l'insegnante, la centralinista e la domestica[4].

Negli anni novanta è visiting writer presso l'Università del Colorado a Boulder e dal 2001 si trasferisce in Southern California dove rimane fino alla sua morte avvenuta nel 2004 a Marina del Rey[5].

Nonostante alcuni premi letterari vinti come l'American Book Awards per la raccolta Homesick[6], ebbe poco successo mentre era in vita se si eccettua l'ammirazione da parte di un gruppo ristretto di ammiratori tra i quali Lydia Davis e Saul Bellow[7].

La sua riscoperta letteraria è avvenuta undici anni dopo la sua morte, nell'agosto 2015, con la pubblicazione di La donna che scriveva racconti, raccolta di short stories con protagoniste donne delle pulizie, impiegati, portantini e centralinisti spesso alle prese con problemi come il divorzio o l'alcolismo[8].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte di racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • La donna che scriveva racconti (A Manual for Cleaning Women, 1977), Torino, Bollati Boringhieri, 2016 traduzione di Federica Aceto ISBN 978-88-339-2685-8.
  • Angel's Laundromat (1981)
  • Legacy (1983)
  • Phantom Pain (1984)
  • Safe & Sound (1989)
  • Homesick (1990)
  • So Long (1993)
  • Where I Live Now (1999)
  • Sera in paradiso (Evening in Paradise), Torino, Bollati Boringhieri, 2018 traduzione di Manuela Faimali ISBN 978-88-339-3039-8.

Novelle[modifica | modifica wikitesto]

  • The Musical Vanity Boxes (2016)

Memoir[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Jack London Short Story Prize: 1985 vincitrice con il racconto My Jockey
  • American Book Awards: 1991 vincitrice con Homesick

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nadja Spiegelman, A New Story Collection and a Memoir by Lucia Berlin, Patron Saint of Soulful Cool, su nytimes.com, 4 dicembre 2018. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  2. ^ Chi è Lucia Berlin? 3 cose da sapere di Andrea Bressa su www.panorama.it
  3. ^ Scheda dell'autrice, su illibraio.it. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  4. ^ Gian Paolo Serino, Gli inferni quotidiani di Lucia Berlin, su ilgiornale.it, 28 novembre 2018. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  5. ^ Elizabeth Geoghegan, Lucia Berlin, La donna che scriveva racconti, su raicultura.it, dicembre 2018. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  6. ^ (EN) Andrew Daigle, The Resurrection of Lucia Berlin, su colorado.edu, 1º giugno 2016. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  7. ^ (EN) Catherine O'Flynn, A Manual for Cleaning Women by Lucia Berlin review – an acute talent that deserves to be celebrated, su theguardian.com, 30 settembre 2015. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  8. ^ (EN) Max Liu, A Manual for Cleaning Women: Selected Stories by Lucia Berlin - book review: Humour in dark places with addicts and alcoholics, su independent.co.uk, 22 settembre 2015. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  9. ^ Silvia Albertazzi, Irruzioni nell’album di Lucia Berlin e negli accidenti della sua vita nomade, su ilmanifesto.it, 1º dicembre 2019. URL consultato il 2 dicembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN39430413 · ISNI (EN0000 0000 3111 0422 · SBN RAVV684757 · LCCN (ENn86811462 · GND (DE1079630023 · BNE (ESXX5617907 (data) · BNF (FRcb12233118g (data) · J9U (ENHE987007364368305171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n86811462