Luca Scarcella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luca Scarcella

Luca Scarcella (Cuorgnè, 13 giugno 1989) è un giornalista, saggista ed esperto di social media italiano. Dal 2016 scrive su La Stampa, e dal 2018 insegna giornalismo nella sede torinese dell'Istituto Europeo di Design.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità scientifica nel 2008 al liceo Aldo Moro di Rivarolo Canavese, Luca Scarcella consegue la laurea in Scienze politiche (2013) all'Università degli Studi di Torino. Ottiene poi con lode e menzione speciale la laurea magistrale in Comunicazione pubblica e politica (2015) sempre all'Università di Torino. Nel 2017 consegue il diploma del corso di specializzazione in E-ditorial Solutions all'Istituto Europeo di Design a Torino.

Attività giornalistica[modifica | modifica wikitesto]

Luca Scarcella ha iniziato la sua carriera giornalistica all'età di 21 anni, come reporter di politica locale e sport per il Il Risveglio, bisettimanale della provincia di Torino. Dal 2013 è iscritto all'Ordine dei giornalisti come pubblicista.

Nel 2015 ha iniziato la sua collaborazione con StartupItalia![1] (web magazine che tratta innovazione, tecnologia e startup) e Ninja Marketing[2] (web magazine di social media e marketing online).

Sul finire del 2016 ha iniziato la sua collaborazione con il quotidiano nazionale La Stampa[3], come giornalista, e dal marzo del 2017 anche come social content editor & producer[4][5].

A seguito di una sua inchiesta del 3 febbraio 2017 su La Stampa a proposito dell'apologia del fascismo online[6], realizzata con i dati raccolti da Patria Indipendente, durante la XVII legislatura è stato presentata alla Camera dei deputati la proposta di legge 3243 da Emanuele Fiano[7], decaduta poi per lo scioglimento delle Camere.

Per La Stampa ha realizzato due web documentary: Supereroi nascosti,[8] pubblicato il 17 dicembre 2017, sulla situazione dei senzatetto a Torino, citato dal The New York Times il 10 gennaio 2018[9], e Sui muri della libertà[10] pubblicato il 19 ottobre 2018, sul confronto tra il sistema educativo e scolastico dello Yemen e quello italiano, con un'intervista-confronto tra due artisti di street art, lo yemenita Murad Subay[11] e l'italiano Andrea Villa[12].

Coinvolgimento in TED[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 è iniziato il suo coinvolgimento con l'organizzazione non a scopo di lucro TED, come organizzatore e licenziatario TEDx. Il primo evento organizzato da Scarcella in tale veste è stato TEDxUniTO[13][14], che ha avuto luogo il 7 maggio 2016 al Campus Luigi Einaudi di Torino, primo e unico evento TEDx all'Università di Torino[15]. Ha inoltre organizzato il TEDxUniTOSalon[16], evento più piccolo al Museo d'Arte Orientale di Torino, il 19 aprile 2017[17], sullo Yemen e il suo patrimonio artistico e culturale minacciato dalla guerra civile. Dopo questo evento, Luca Scarcella non ha rinnovato la propria licenza TEDxUniTO, per prendere una nuova licenza TEDx: la prima edizione del TEDxPoStreet organizzata da Scarcella, sempre in veste di licenziatario TEDx e presidente dell'associazione culturale TO Actions, si è svolta a Torino il 22 febbraio 2018[18].

Il 30 giugno 2018, Luca Scarcella ha partecipato come speaker al TEDxSalerno[19][20][21], con un intervento in cui accomuna il giornalismo d'inchiesta e la musica classica, dal titolo Investigative journalism based on music theory[22].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Matteo di Pascale, Il piano inclinato, in I jackpot, Luca Scarcella ne ha curato la postfazione, Torino, Las Vegas edizioni, 2019, ISBN 978-88-95-74448-3.
  • Luca Scarcella e Bruno Ruffilli, I giorni del social-odio, Podcast, Torino, Editrice La Stampa, 2019.
  • Luca Scarcella e Bruno Ruffilli, Il sesso al tempo delle app, Podcast, Torino, Editrice La Stampa, 2018.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archivio degli articoli scritti da Luca Scarcella, su StartupItalia.
  2. ^ Archivio degli articoli scritti da Luca Scarcella, su Ninja Marketing.
  3. ^ Luca Scarcella, Netflix è l'app che incassa di più su iPhone e iPad, in La Stampa, 7 dicembre 2016.
  4. ^ Giulio Rubinelli, La strategia della Stampa su Instagram: intervista al social media manager, in Agenzia Giornalistica Italiana, 14 ottobre 2018.
  5. ^ Luca Scarcella è testimonial della campagna 'Vista Da Qui' di Compagnia di San Paolo, su vistadaqui.compagniadisanpaolo.it.
  6. ^ Luca Scarcella, L'apologia del fascismo è vietata in Italia ma non su Facebook, in La Stampa, 3 febbraio 2017.
  7. ^ Luca Scarcella, Apologia del fascismo sui social: il ddl Fiano propone fino a due anni di reclusione, in La Stampa, 10 luglio 2017.
  8. ^ Supereroi nascosti, su lastampa.it, 17 dicembre 2017.
  9. ^ News about Homelessness, including commentary and archival articles published in The New York Times., su nytimes.com.
  10. ^ Sui muri della libertà", su lastampa.it, 19 ottobre 2018.
  11. ^ (EN) Yemeni Street Artist Covers The Ruins Of War In Color And Memories, su Huffingtonpost.com.
  12. ^ Torino, torna il Banksy della Mole: manifesto fake in via Garibaldi contro Salvini e Di Maio, su torino.repubblica.it, 22 febbraio 2019.
  13. ^ TEDxUniTO, su TED.
  14. ^ Un TEDx all'università: la conferenza arriva a Torino, in La Stampa, 3 maggio 2016.
  15. ^ TEDxUniTO: la prima TED conference all'Università di Torino, Università di Torino.
  16. ^ TEDxUniTOSalon, su TED.
  17. ^ La bellezza dell'arte nell'orrore della guerra, MAO - Museo d'Arte Orientale di Torino.
  18. ^ TEDxPoStreet, su TED.
  19. ^ TEDxSalerno, su TED.
  20. ^ Innovazione, prima volta a Salerno per il TEDx, su napoli.repubblica.it, 30 maggio 2018.
  21. ^ Nico Casale, Palazzo Innovazione, arriva il team della Silicon Valley, in Il Mattino, 1º luglio 2018.
  22. ^ Filmato audio TEDx talk di Luca Scarcella, in canale YouTube ufficiale TED.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]