Luca D'Andrea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luca D'Andrea (Bolzano, 15 maggio 1979[1]) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Luca D'Andrea è nato nel 1979 a Bolzano. Ha svolto l'attività d'insegnante alle scuole medie[2][3]. Ha esordito con la trilogia fantasy-horror per ragazzi Wunderkind a firma G.L.D'Andrea[4]. Nel 2016 il romanzo thriller La sostanza del male, è divenuto un caso editoriale[5] pubblicato in più di trentacinque paesi[6][7]. Con la seconda opera, Lissy, ha vinto il Premio Scerbanenco 2017.

Nell'agosto 2019 sul quotidiano La Repubblica è uscito il feuilleton a puntate L'animale più pericoloso poi stampato in volume unico nel gennaio 2020.

Nell'aprile 2020 il suo saggio di narrative nonfiction Die Söhne von Aeneas viene pubblicato nell'antologia Corona und wir (che comprende articoli di Yuval N. Harari, David Quammen, Mark Spitznagel, Nassim Nicholas Taleb e Esther Duflo).

È sceneggiatore, documentarista e collabora come giornalista con i quotidiani La Stampa e La Repubblica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ About a Book - Il respiro del sangue: a lezione di thriller con Luca D'Andrea su www.youtube.com
  2. ^ Horror d’alta quota in bianco e nero La maledizione della montagna, su corriere.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  3. ^ Scheda dell'autore, su einaudi.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  4. ^ «Lissy», lassù sulle montagne tra boschi e valli d’horror, su corriere.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  5. ^ Precario italiano sbanca mercato internazionale con un thriller ed è caso letterario, su adnkronos.com. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  6. ^ Luca D'Andrea, pensavo fosse solo un noir invece è un caso, su repubblica.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  7. ^ Luca D’Andrea – La sostanza del male, su contornidinoir.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN16147869534774980981 · ISNI (EN0000 0004 6411 2933 · LCCN (ENno2018001154 · GND (DE1126598852 · BNF (FRcb17169101b (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2018001154