Love on the Brain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Love on the Brain
ArtistaRihanna
Tipo albumSingolo
Pubblicazione27 settembre 2016
Durata3:44
Album di provenienzaAnti
GenereDoo-wop[1]
Ballata[2]
EtichettaRoc Nation, Westbury Road
ProduttoreFred Ball
Registrazione2014, Windmark Studios, Santa Monica (California)
FormatiCD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[3]
(vendite: 200 000+)
Dischi d'oroBelgio Belgio[4]
(vendite: 15 000+)
Italia Italia[5]
(vendite: 25 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[6]
(vendite: 15 000+)
Dischi di platinoCanada Canada[7]
(vendite: 80 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[8]
(vendite: 2 000 000+)
Rihanna - cronologia
Singolo precedente
(2016)
Singolo successivo
(2017)
Logo
Logo del disco Love on the Brain

Love on the Brain è un singolo della cantante barbadiana Rihanna, il quarto estratto dal suo ottavo album in studio Anti e pubblicato il 27 settembre 2016.[9]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una ballata doo-wop e soul mid-tempo ispirata dagli anni cinquanta e dagli anni sessanta «che dispone di un arpeggio di chitarra, organo virtuoso, progressione di semplici accordi e cori»,[10][11][12] mentre il testo un rapporto distruttivo, ma ossessivo;[13] Jordan Bassett del New Musical Express l'ha definito un'«ode ad un amante violento», evidenziando il passato rapporto travagliato della cantante con Chris Brown.[13]

Complessivamente Love on the Brain è stato paragonato ad alcuni brani incisi da Amy Winehouse, mentre la voce della cantante è stata definita «acrobatica» e che vanno da lei «ringhio marchio», a note alte.[13] Essendo completata da tutte le parti del coro tenore.[14] Forrest Wickman del Slate ha commentato che «la canzone sembra progettata come una vetrina per la versatilità vocale di Rihanna: Si inizia a cantare forte e dolce, poi tira nel suo petto per mostrare la parte inferiore del suo campo, e infine lo trasforma in qualche stile simile a quello di Beyoncé. Fa anche qualche secondi di quello che suona come un falsetto di Frankie Valli[15] Jordan Bassett del New Musical Express ha confrontato le sue note alte a quelle di Mariah Carey e «lo stile di Beyoncé nelle acrobazie vocali.»[13] Jessica McKinney di Vibe e Maeve McDermott di USA Today ha concordato con i paragoni verso Beyoncé.[14][16] Bianca Gracie del Idolator ha citato Amy Winehouse, Rather Go Blind di Etta James e Sam Cooke come altre influenze, con Winehouse essendo citata anche da altri critici.»[10]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Ad inizio agosto 2016 Mike Adam di Idolator rivelò che Love on the Brain sarebbe stato il quarto singolo estratto da Anti,[17] notizia confermata dalla cantante stessa il 21 dello stesso mese.[18] Fu inviato alle rhythmic contemporary radio e a quelle urban contemporary il 27 settembre e successivamente alle contemporary hit radio e alle hot contemporary.[19][20][21][22]

Il brano è stato eseguito per la prima volta dal vivo già a partire dalla prima data dell'Anti World Tour della cantante, partito il 12 marzo 2016.[23] Il 22 maggio la cantante ha eseguito il brano all'annuale Billboard Music Award: l'esibizione, descritta da Billboard come una «evidenziatura»,[24] è stata caratterizzata da un palcoscenico illuminato con la cantante che indossa una pelliccia verde stola e occhiali da sole.[25] Il 28 agosto 2016, dopo aver vinto il premio Michael Jackson Video Vanguard Award all'annuale MTV Video Music Awards, Rihanna si è esibita con quattro medley separati, il cui ultimo era composto da Stay, Diamonds e Love on the Brain.[26]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Fred Ball, Joseph Angel e Robyn Fenty.

Download digitale
  1. Love on the Brain – 3:44
Download digitale – Dance Remixes[27]
  1. Love on the Brain (Don Diablo Remix) – 3:28
  2. Love on the Brain (Gigamesh Remix) – 3:43
  3. Love on the Brain (John-Blake Remix) – 3:31
  4. Love on the Brain (RY X Remix) – 3:37
CD singolo (Europa)
  1. Love on the Brain – 3:44
  2. Love on the Brain (Don Diablo Remix) – 3:27

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti
Produzione
  • Fred Ball – produzione
  • Marcos Tovar – registrazione parti vocali
  • Kuk Harrell – registrazione parti vocali, produzione vocale
  • Chad Wilson – assistenza tecnica
  • Manny Marroquin – missaggio
  • Chris Galland, Jeff Jackson, Ike Schultz – assistenza al missaggio

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Grazie a Love on The Brain, Rihanna diventò la cantante donna con più top 10 nella storia della Billboard Hot 100, solo dietro a Madonna.

America[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della performance di Rihanna ai Billboard Music Awards 2016, Love on the Brain debuttò alla numero 83 nella Billboard Hot 100, diventando la sua cinquantacinquesima ad entrare in questa classifica.[28] Dopo essere stata pubblicata come singolo, nel novembre 2016 rientrò in classifica all'ottantesima posizione.[29] Nella sua sesta settimana di permanenza in classifica, il brano raggiunse la trentaquattresima posizione diventando la terza top 40 da Anti e la sua quarantaseiesima complessivamente, rendendo Rihanna la terza artista femminile ad averne di più nel corso dell'anno.[30] Nella sua diciottesima settimana, passò dalla tredicesima posizione all'ottava diventando la trentesima top 10 di Rihanna: con questo avvenimento, la cantante divenne la terza ad aver più brani ad aver raggiunto le prime dieci posizioni solo dietro ai The Beatles e a Madonna. Secondo Gary Trust di Billboard, Rihanna fu la seconda cantante ad aver accumulato 30 top 10 più velocemente.[31] La canzone ha infine raggiunto la quinta posizione, diventando la ventiduesima top 5 della cantante, facendola diventare la quinta ad avere più brani nelle prime cinque posizioni.[32]

In Canada il singolo debuttò alla quattordicesima posizione della Canadian Hot 100,[33] uscendo dalla top 40 la settimana seguente; il 3 dicembre 2016 ritornò in top 40 alla posizione 38.[34]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

In Francia il brano debuttò in classifica alla settantunesima posizione. A seguito della sua pubblicazione come singolo, rientrò alla centotrentottesima posizione, per poi raggiungere la sessantanovesima il 13 gennaio 2017 e la dodicesima tre settimane dopo.[35][36] In Austria debuttò alla cinquantatreesima posizione e raggiunse la settima,[37] mentre in Germania debuttò alla centesima e raggiunse la ventunesima, diventando la seconda canzone ad aver raggiunto la posizione più alta proveniente da Anti.[38]

In Polonia trascorse quattro settimane non consecutive nel 2016 in vetta.[39]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2016) Posizione
massima
Austria[40] 7
Belgio (Fiandre)[40] 37
Belgio (Vallonia)[40] 24
Canada[33] 22
Francia[40] 12
Germania[40] 21
Nuova Zelanda[40] 15
Polonia[39] 1
Regno Unito[41] 175
Regno Unito (R&B)[42] 28
Scozia[43] 59
Stati Uniti[44] 5
Stati Uniti (pop)[45] 18
Stati Uniti (R&B)[46] 12
Stati Uniti (rhythmic)[47] 4
Svezia[40] 96
Ungheria[48] 23

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Review, Rihanna – Anti, Slant Magazine. URL consultato il 3 settembre 2016.
  2. ^ (EN) Rihanna's Anti Is Here - Read Our Track-By-Track Review, New Musical Express. URL consultato il 3 settembre 2016.
  3. ^ (EN) Rihanna - Love On The Brain, British Phonographic Industry. URL consultato il 18 novembre 2017.
  4. ^ (EN) Goud en Platina - Singles 2017, Ultratop. URL consultato il 18 novembre 2017.
  5. ^ Love on the Brain (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 18 novembre 2017.
  6. ^ (EN) NZ Top 40 Albums Chart, The Official New Zealand Music Chart. URL consultato il 2 settembre 2016.
  7. ^ (EN) Gold & Platinum, Music Canada. URL consultato il 14 dicembre 2016.
  8. ^ (EN) Rihanna, Love on the Brain – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 18 novembre 2017.
  9. ^ (EN) Future Releases, AllAccess.com. URL consultato l'11 settembre 2016 (archiviato dall'url originale l'11 settembre 2016).
  10. ^ a b (EN) Rihanna: Anti, Track by track, The Daily Telegraph. URL consultato il 23 agosto 2016.
  11. ^ (EN) Sal Cinquemani, Rihanna: Anti, Slant Magazine, 28 gennaio 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  12. ^ (EN) Rihanna's 'ANTI': SPIN's Impulsive Reviews, Spin, 28 gennaio 2016. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  13. ^ a b c d (EN) Rihanna's Anti : Track-By-Track Review, New Musical Express. URL consultato il 23 agosto 2016.
  14. ^ a b (EN) Review: Rihanna's ANTI Is Gold... If You're Willing To Give It A Try, Vibe. URL consultato il 23 agosto 2016.
  15. ^ (EN) Forrest Wickman, Rihanna's Anti: A Track-by-Track Breakdown, Slate, 28 gennaio 2016. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  16. ^ (EN) Rihanna's 'ANTI:' A track-by-track review, USA Today, 28 gennaio 2016. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  17. ^ (EN) Rihanna's Next Single Is "Love On The Brain", Idolator, 9 agosto 2016. URL consultato il 3 novembre 2018.
  18. ^ (EN) Rihanna Confirms "Love On The Brain" As Her Next Single, Idolator, 22 agosto 2016. URL consultato il 3 novembre 2018.
  19. ^ (EN) Top 40 Rhythmic Future Releases, AllAccess. URL consultato il 3 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2016).
  20. ^ (EN) Urban/UAC Future Releases, AllAccess. URL consultato il 3 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2016).
  21. ^ (EN) Archive, FMQB. URL consultato il 3 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2016).
  22. ^ (EN) Hot/Modern/AC Future Releases, AllAccess. URL consultato il 3 novembre 2018 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2016).
  23. ^ (EN) Rihanna Kicks Off 'Anti World Tour', Rap-Up, 13 marzo 2016. URL consultato il 22 agosto 2016.
  24. ^ (EN) Rihanna 'Love on the Brain' Live Performance, Billboard. URL consultato il 22 agosto 2016.
  25. ^ (EN) Rihanna - Love On The Brain (2016 Billboard Music Awards), Vevo. URL consultato il 23 agosto 2016.
  26. ^ (EN) Stay / Love On The Brain / Diamonds (Live At The 2016 MTV VMA), MTV, 29 agosto 2016. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  27. ^ (EN) Rihanna - Love on the Brain (Dance Remixes), Tidal. URL consultato il 17 ottobre 2016.
  28. ^ (EN) Amaya Mendizabal, Guordan Banks' 'Keep You In Mind' Reaches No. 1 on Adult R&B Songs, Billboard, 2 giugno 2016. URL consultato il 3 novembre 2018.
  29. ^ (EN) The Hot 100, Billboardaccesso = 3 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2016).
  30. ^ (EN) Gary Trust, Hot 100 Chart Moves: Camila Cabello Hits Top 40 With Machine Gun Kelly & Debuts With Fifth Harmony, Billboard, 1º dicembre 2016. URL consultato il 3 novembre 2018.
  31. ^ (EN) Gary Trust, Rihanna Earns Landmark 30th Top 10 Hit on Billboard Hot 100 Chart, Billboard, 21 febbraio 2017. URL consultato il 3 novembre 2018.
  32. ^ (EN) Gary Trust, Ed Sheeran Stays Atop Hot 100, Clean Bandit Bounds to Top 10, Billboard, 13 marzo 2017. URL consultato il 3 novembre 2018.
  33. ^ a b (EN) Rihanna - Chart history (Billboard Canadian Hot 100), Billboard. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  34. ^ (EN) Billboard Canadian Hot 100, Billboard. URL consultato il 3 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2016).
  35. ^ (FR) Semaine du 13 Janvier 2017, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 3 novembre 2018.
  36. ^ (FR) Semain de 10 Févier, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 3 novembre 2018.
  37. ^ (DE) Rihanna - Love On The Brain, su austriancharts.at. URL consultato il 3 novembre 2018.
  38. ^ (DE) Love on the Brain, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 3 novembre 2018.
  39. ^ a b (PL) Listy bestsellerów, wyróżnienia, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato l'8 novembre 2016.
  40. ^ a b c d e f g (NL) Rihanna - Love On The Brain, Ultratop. URL consultato il 20 marzo 2017.
  41. ^ (EN) CLUK Update 13.02.2016 (wk6) (TXT), Zobbel.de. URL consultato il 27 agosto 2016.
  42. ^ (EN) Official R&B Singles Chart Top 40: 18 November 2016 - 24 November 2016, Official Charts Company. URL consultato il 7 dicembre 2016.
  43. ^ (EN) Official Scottish Singles Chart Top 100: 25 November 2016 - 01 December 2016, Official Charts Company. URL consultato il 7 dicembre 2016.
  44. ^ (EN) Rihanna - Chart history (The Hot 100), Billboard. URL consultato il 12 marzo 2017.
  45. ^ (EN) Rihanna - Chart history (Pop Songs), Billboard. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  46. ^ (EN) Rihanna - Chart history (R&B Songs), Billboard. URL consultato il 9 agosto 2016.
  47. ^ (EN) Rihanna - Chart history (Rhythmic Songs), Billboard. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  48. ^ (HU) Rádiós Top 40 játszási lista, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 7 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica