Love Hurts (album Cher)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Love Hurts
ArtistaCher
Tipo albumStudio
Pubblicazione11 giugno 1991
Durata43:53 Europa
46:45 Stati Uniti Canada
Dischi1
Tracce12 Europa
11 Stati Uniti Canada
GenereRock
Pop
EtichettaGeffen Records
ProduttoreJohn Kalodner
Registrazione1990-1991
Certificazioni
Dischi d'oroStati Uniti Stati Uniti[9]
(Vendite: 500.000+)
Dischi di platinoAustralia Australia[1]
(Vendite: 70.000+)
Austria Austria[2]
(Vendite: 50.000+)
Canada Canada[3]
(Vendite: 100.000+)
Germania Germania[4]
(Vendite: 500.000+)
Svezia Svezia[5]
(Vendite: 100.000+)
Svizzera Svizzera[6]
(Vendite: 50.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[7]
(Vendite: 15.000+)
Regno Unito Regno Unito[8]
(Vendite: 1.000.000+)
Cher - cronologia
Album precedente
(1990)
Album successivo
Greatest Hits: 1965-1992
(1992)
Singoli
  1. The Shoop Shoop Song (It's In His Kiss)
    Pubblicato: 1990
  2. Love and Understanding
    Pubblicato: 1991
  3. Save Up All Your Tears
    Pubblicato: 1991
  4. Love Hurts
    Pubblicato: 1991
  5. Could've Been You
    Pubblicato: 1992
  6. When Lovers Become Strangers
    Pubblicato: 1992

Love Hurts è il terzo ed ultimo album realizzato dalla cantante Cher per la casa discografica Geffen. È stato pubblicato in tutto il mondo nell'estate del 1991.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album segue la formula dei due precedenti dischi di Cher, un pop rock molto semplice ma efficace. La lista tracce contiene quattro cover: The Shoop Shoop Song (It's in His Kiss) (Merry Clayton, 1963), A World Without Heroes (Kiss, 1980), Save Up All Your Tears (Bonnie Tyler, 1988) e Love Hurts (Everly Brothers, 1960), di quest'ultima Cher ne fece un'altra nel 1975 per l'album Stars.

Il disco presenta due differenze fondamentali tra l'edizione americana e quella europea: la prima riguarda la cover mentre la seconda è l'aggiunta nella tracklist Europea della canzone The Shoop Shoop Song (It's in His Kiss). In Europa il disco ottiene un successo straordinario: scala le classifiche di vendita fino alle posizioni più alte e diviene più volte disco di platino. Nel Nord America invece, la reazione del pubblico e della critica è più fredda e le vendite del disco volano basse. Nonostante tutto Love Hurts supera, in termini di vendita, i due precedenti lavori di Cher e diventa il suo album più venduto con oltre 16 milioni di copie (record che verrà battuto da Believe nel 1998).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Save Up All Your Tears (Diane Warren; Desmond Child)
  2. Love Hurts (Boudleaux Bryant)
  3. Love and Understanding (Warren)
  4. Fires of Eden (Mark Goldenberg; Kit Hain)
  5. I'll Never Stop Loving You (Sue Shifrin; David Cassidy; John Wetton)
  6. One Small Step (Barry Mann; Wendy Waldman; Brad Parker)
  7. A World Without Heroes (Paul Stenley; Gene Simmons; Lou Reed; Bob Ezrin)
  8. Could've Been You (Arnie Roman; Bob Halligan Jr.)
  9. When Love Calls Your Name (Jimmy Scott; Tom Snow)
  10. When Lovers Become Strangers (D. Warren)
  11. Who You Gonna Believe (Steve Fonatano; Joe Marquez; Jerry Marquez)
Traccia bonus nella versione europea
  1. The Shoop Shoop Song (It's In His Kiss) (Rudy Clark)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1991) Posizione
massima
Austria 1
Germania 2
Irlanda 1
Norvegia 1
Regno Unito 1
Stati Uniti 48
Svizzera 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ARIA Charts - Gold and Platinum ARIA Accreditation Awards
  2. ^ "Austrian album certifications – Cher – Love Hurts" (in German). IFPI Austria. http://www.ifpi.at/?section=goldplatin. Enter Cher in the field Interpret. Enter Love Hurts in the field Titel. Select album in the field Format. Click Suchen
  3. ^ "Canadian album certifications – Cher – Love Hurts". Music Canada. Copia archiviata, su musiccanada.com. URL consultato il 10 agosto 2012 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2012)..
  4. ^ "Gold-/Platin-Datenbank (Cher; 'Love Hurts')" (in German). Bundesverband Musikindustrie. http://www.musikindustrie.de/gold_platin_datenbank/?action=suche&strTitel=Love+Hurts&strInterpret=Cher&strTtArt=alben&strAwards=checked.
  5. ^ "Guld- och Platinacertifikat − År 1987−1998" (in Swedish) (PDF). IFPI Sweden. Copia archiviata (PDF), su ifpi.se. URL consultato il 12 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012)..
  6. ^ "The Official Swiss Charts and Music Community: Awards (Cher; 'Love Hurts')". Hung Medien. http://www.swisscharts.com/search_certifications.asp?search=Cher+Love+Hurts.
  7. ^ ^ Scapolo, Dean (2007). The Complete New Zealand Music Charts 1966-2006. Maurienne House. ISBN 1-877443-00-X.
  8. ^ "British album certifications – Cher – Love Hurts". British Phonographic Industry. https://www.bpi.co.uk/brit-certified/. Enter Love Hurts in the field Search. Select Title in the field Search by. Select album in the field By Format. Click Go
  9. ^ "American album certifications – Cher – Love Hurts". Recording Industry Association of America. http://www.riaa.com/goldandplatinumdata.php?artist=%22Love+Hurts%22[collegamento interrotto]. If necessary, click Advanced, then click Format, then select Album, then click SEARCH

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica