Louis Josserand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Étienne Louis Josserand (Lione, 31 gennaio 1868La Sauvetat, 8 novembre 1941) è stato un giurista francese, nonché co-autore del progetto di codice civile libanese delle obbligazioni e dei contratti. È stato Preside della Facoltà di Legge di Lione.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Josserand ha ricoperto l'incarico di preside onorario della Facoltà di giurisprudenza di Lione dal 1913 al 1935, Consigliere della Corte di Cassazione francese nel 1938 e presidente della Société de législation comparée nel 1938.

Dottrina[modifica | modifica wikitesto]

Nei suoi scritti ha vivacemente criticato la nozione di quasi-contratto, ritenendola una forzatura[1]. Ha altresì proposto un'interpretazione estensiva del divieto di abuso del diritto[2], ravvisabile in tutte le ipotesi in cui un diritto non venga esercitato in conformità con il suo scopo socialmente rilevante.

Egli è considerato il principale esponente, assieme a Raymond Saleilles, della c.d. teoria del rischio, considerata uno dei fondamenti del sistema francese della responsabilità civile. La concezione di Josserrand e Saleilles sulla responsabilità per fatto altrui e da cose in custodia è stata poi recepita dal legislatore nel codice civile francese (art. 1384, 1° alinea nel testo originario; attuale art. 242).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  1. L. Josserand, De l'esprit des droits et de leur relativité: Théorie dite de l'abus des droits, (1905), con prefazione di D. Deroussin, Paris, Dalloz, 2006, 490 pp. (L'abuso dei diritti, trad. it. a cura di L. Tullio, con prefazione di L. Di Nella e G. Perlingieri, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2018, XLVIII + 120 pp.);
  2. L. Josserand, Les mobiles dans les actes juridiques du droit privé, (1928), con prefazione di D. Deroussin, Paris, Dalloz, 2006, 450 pp.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Louis Josserand, Note sous Lyon, in DP, vol. 2, n. 17, 7/12/1928.
  2. ^ Louis Josserand, De l'esprit des droits et de leur relativité : Théorie dite de l'abus des droits.
Controllo di autoritàVIAF (EN207580762 · ISNI (EN0000 0003 5825 8576 · SBN IT\ICCU\IEIV\029991 · LCCN (ENn84059450 · BNF (FRcb12315143x (data) · BNE (ESXX1326603 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n84059450