Lou von Salomé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lou von Salomé

Lou von Salomé, anche nota come Lou Andreas-Salomé (San Pietroburgo, 12 febbraio 1861Gottinga, 5 febbraio 1937), è stata una scrittrice e psicoanalista tedesca di origine russa. Fu la giovane e affascinante russa, che Friedrich Nietzsche conobbe nel 1882 e che probabilmente lo ispirò a creare le prime due parti della sua opera più importante: Così parlò Zarathustra.

Paul Rée, Nietzsche e Lou Salome

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lou von Salomè nacque il 12 febbraio 1861 a S. Pietroburgo nella famiglia di un generale russo, d'origine tedesca, ma gran patriota. Lou, unica femmina di sei figli, imparò presto in casa il francese e il tedesco e già a diciassette anni aveva ricevuto una formazione in filosofia, teologia e storia della religione. Conosceva piuttosto bene la letteratura francese e tedesca.

Dopo la morte di Nietzsche, le prime due donne che pubblicarono una biografia su di lui furono la sorella del filosofo, Elisabeth Förster-Nietzsche e Lou.

Alcuni chiamarono Lou La Grande Rivoluzione Russa nella vita di Nietzsche. Di lei era innamorato anche il poeta Rilke. Lei elogiava particolarmente il padre della psicoanalisi Sigmund Freud ed era una profonda conoscitrice di Ibsen, Tolstoj, Turgenev, Wagner, e vari altri. Lei, che conservò la verginità fino all'età di 36 anni, dopo aver avuto la sua prima esperienza intima col ventiduenne Rilke scrisse un libro che divenne un vero bestseller nei paesi europei: Erotica.

Si interessò a lungo di psicoanalisi, e rimase a lungo in contatto con i circoli psicoanalitici ed alcuni dei più noti psicoanalisti dell'epoca (tra cui Sandor Ferenczi e Viktor Tausk, con cui ebbe una relazione sentimentale).

Nel 1882, Friedrich Nietzsche, trentottenne, conobbe Lou Andreas Salomè, che all'epoca aveva solo 21 anni e le propose immediatamente di costruire una piccola comune intellettuale, una specie di "trinità" filosofica tra lei, Nietzsche e l'amico d'entrambi Paul Rée, di 32 anni. Nietzsche, innamorato della "giovane e affascinante russa", volle sposarla, ma ne ottenne solo un rifiuto. Deluso così nelle sue aspettative, in una grande crisi depressiva Nietzsche scrisse la prima parte del libro Così parlò Zarathustra.

Nel 1981 Giuseppe Sinopoli ha realizzato un'opera teatrale intitolata Lou Salomé, ispirata alle vicende di quest'ultima.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il mito di una donna, Firenze-Rimini, Guaraldi, 1975.
  • Anal und sexual e altri scritti psicoanalitici, Firenze-Rimini, Guaraldi, 1977.
  • La materia erotica. Scritti di psicoanalisi, a cura di Jutta Prasse, Milano, Edizioni delle donne, 1979.
  • Nietzsche. Una biografia intellettuale, Roma, Savelli, 1979.
  • I miei anni con Freud. Diario 1912-1913, Roma, Universale tascabile Newton, 1980.
  • Eros e conoscenza. Lettere 1912-1936, con Sigmund Freud, Torino, Boringhieri, 1983.
  • Epistolario, con Rainer Maria Rilke, Milano, La tartaruga, 1984.
  • Il mio ringraziamento a Freud; Tre lettere a un fanciullo, Torino, Boringhieri, 1984.
  • L'erotismo. L'umano come donna, Milano, La tartaruga, 1985.
  • Fenička; Dissolutezza, Roma, Lucarini, 1987.
  • La casa, Roma, Lucarini, 1989.
  • Rodinka. Un ricordo di Russia, Firenze, Giunti, 1992.
  • Rainer M. Rilke. Un incontro, Milano, La tartaruga, 1992.
  • Il tipo femmina, Milano, Mimesis, 1992.
  • Riflessioni sull'amore, Roma, Editori riuniti, 1993.
  • In Russia con Rainer, Torino, Bollati Boringhieri, 1994.
  • Uno sguardo sulla mia vita, Milano, Bompiani, 1995.
  • Figure di donne. Le figure femminili nei sei drammi familiari di Henrik Ibsen. Casa di bambola, Spettri, L'anitra selvatica, Rosmerholm, La donna del mare, Hedda Gabler, Milano, Iperborea, 1997.
  • Triangolo di lettere. Carteggio di Friedrich Nietzsche, Lou von Salomé e Paul Rée, Milano, Adelphi, 1999.
  • A l'ombre du père. Correspondance, 1919-1937, Hachette, 2006.
  • Una notte, a cura di Claudia Ciardi, Pistoia, Via del Vento edizioni, 2015.
  • Lungo il cammino, a cura di Claudia Ciardi, Pistoia, Via del Vento edizioni, 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • N. Fusini, Lou Andreas Salomé, l'amante, in Vegetti Finzi, (a cura di), Psicoanalisi al femminile, Laterza, 1992
  • A. Giuffrida, Lou, poetessa della psicoanalisi, in Cupelloni, (a cura di), Psicoanaliste, Franco Angeli, 2012
  • M. Durst, Lou Salomé: l'arte del dialogo in azione, in Inversi (a cura di), Anna Freud e Lou Salomé, più che tolleranza, Città aperta, 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN39372916 · LCCN: (ENn79091791 · ISNI: (EN0000 0001 2128 7264 · GND: (DE118502921 · BNF: (FRcb11888806j (data) · NLA: (EN35006837