Lotus (Christina Aguilera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lotus
ArtistaChristina Aguilera
Tipo albumStudio
Pubblicazione13 novembre 2012
Durata47:29 (standard)
62:51 (deluxe)
Dischi1
Tracce13 (standard)
17 (deluxe)
GenerePop[1][2]
EtichettaRCA Records
ProduttoreChristina Aguilera, Alex da Kid, Chris Braide, Busbee, Mike Del Rio, Jayson DeZuzio, Dem Jointz, Jason Gilbert, Jamie Hartman, Claude Kelly, Aeon "Step" Manahan, Max Martin, Candice Pillay, Steve Robson, Lucas Secon, Shellback, Supa Dups, Tracklacers
RegistrazioneLos Angeles
Certificazioni
Dischi d'oroCanada Canada[3]
(Vendite: 40.000+)
Christina Aguilera - cronologia
Album precedente
(2010)
Album successivo
Logo
Logo del disco Lotus
Singoli
  1. Your Body
    Pubblicato: 17 settembre 2012
  2. Just a Fool
    Pubblicato: 4 dicembre 2012
(EN)

« To the sky, I rise
Spread my wings, and fly
I leave the past behind
And say goodbye to the scared child inside
I sing for freedom, and for love
I look at my reflection
Embrace the woman I’ve become
The unbreakable lotus in me
I now set free »

(IT)

« Fino al cielo, mi innalzo
Stendo le ali, e volo
Lascio il passato alle spalle
E dico addio alla bambina interiore spaventata
Canto per la libertà, e per amore
Guardo il mio riflesso
Abbraccio la donna che sono diventata
L'indistruttibile loto in me
Ora ho liberato »

(Passaggio tratto dall'intro di Lotus che spiega come l'album sia una rinascita per l'artista)

Lotus è il settimo album in studio, quinto di inediti, della cantautrice statunitense Christina Aguilera pubblicato il 13 novembre del 2012 per l'etichetta discografica RCA Records. L'album è stato progettato e composto durante il periodo televisivo della cantante che si è prestata come giudice nel talent show The Voice. Aguilera, durante un'intervista ha dichiarato che oltre a voler che Lotus sia una fonte di ispirazione per le successive generazioni di cantanti, che l'album è stato composto con "sangue, sudore, lacrime e cose che provengono dal cuore", cercando di rendere Lotus molto personale e vero. È inoltre un simbolo di rinascita, non solo artistica, ma anche personale, ha infatti rivelato ad MTV che ha imparato ad amare completamente sé stessa, e Lotus rappresenta anche questo.[4]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Lotus è per Aguilera una rinascita artistica e personale, è un album influenzato da un periodo negativo della vita personale della cantante (il divorzio, il flop discografico di Bionic).[5] Composto durante la sua permanenza nel talent The Voice, è stato ispirato anche da cantanti emergenti che Aguilera ha incontrato nel programma.[6] Ha rivelato in un'intervista che si sente personalmente responsabile nel tenere vivo lo spirito di artiste come Whitney Houston ed Etta James, e di voler influenzare con Lotus le nuove generazioni di cantanti.[7] Lo ha definito un disco «non di sole canzoni, ma di sangue, sudore, lacrime e cose provenienti dal cuore».[8]

Composizione e produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2011, durante un'intervista al The Jimmy Kimmel Show, Aguilera annunciò l'inizio della lavorazione del nuovo album commentando: «Sarà un album molto profondo, intenso e introspettivo.»[9] Il cantautore Talay Riley, che lavorò alla realizzazione dell'album, commentò lo stile del nuovo progetto: «Fondamentalmente vuole canzoni grandi come Beautiful. Vuole fare un altro Stripped e vede in Adele la sua ispirazione. Ho scritto una canzone per lei. È come una versione migliore di Collide di Leona Lewis[10] Nel mese successivo venne confermata la collaborazione con Cee Lo Green in uno dei brani dell'album, Make the World Move.[11] Quest'album vede la collaborazione di compositori che non hanno mai lavorato con Aguilera prima, come: Alex Da Kid, Candice Pillay e Max Martin.[12]

Titolo e copertina[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista concessa a Billboard Magazine Aguilera spiegò la scelta del titolo Lotus: «Questo album rappresenta una celebrazione della nuova me, e per me il loto ha sempre rappresentato questo fiore indistruttibile che resiste ad ogni condizione atmosferica ci sia nei suoi dintorni, resiste al tempo e rimane bellissimo e forte nel corso degli anni.»[12]

Il 5 ottobre 2012, l'artista pubblicò la copertina dell'album via Twitter. La cover mostra Aguilera completamente nuda emergere da un fiore di loto, immagine che simboleggia, come già spiegato dall'artista, una rinascita.[13]

Stile musicale e temi[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'intervista radiofonica con Ryan Seacrest, Aguilera spiegò che il concept dell'album avrebbe riguardato la libertà personale e la libertà in generale e aggiunse: «Ci sono molte cose che ho personalmente attraversato negli ultimi due anni, e questo disco rappresenta una rinascita per me. Il disco parla di libertà e riporta indietro a ciò che sono e a ciò che mi piace fare.»[14] Le canzoni esprimono una vasta gamma di emozioni, dal dolore al rimpianto, al senso di perdita, fino ad arrivare a brani che parlano di rinascita spirituale e celebrazione della vita.[15]

Il brano Army of Me, definito da Aguilera una Fighter 2.0, è un brano rock sull'empowerment e ha come tema principale la forza e comunica all'ascoltatore di dover sempre affrontare ostacoli e difficoltà, senza mai arrendersi.[12] Mentre Your Body, primo singolo estratto, è un brano dance pop. Let There Be Love è un altro brano prodotto da Max Martin (l'altro è Your Body) definito dalla cantante un brano «libero» e il più «ballabile» dell'album.[16] Anche in quest'album di Aguilera sono presenti delle ballad: Blank Page, composta in collaborazione con Sia, e Sing for Me.[12] Nella piano ballad Blank Page Aguilera esprime il suo dolore e il suo rimpianto per scelte sbagliate fatte in passato.[15] La cantante ha paragonato la canzone alla sua ballad del 2002 Beautiful e Army of Me a Fighter, confermando ancora come Lotus sia un nuovo Stripped.[16] Shut Up, inclusa nella sola versione deluxe dell'album, è rivolta ai suoi detrattori e allo stesso tempo ai suoi fan e ai loro momenti difficili. Nel brano Aguilera ripete molte volte la farse "If you don't like it you can suck my dick." Passaggio che ha spinto Andy Greene di Rolling Stone a definire questa traccia «il momento più scioccante dell'album.»[15]

Dopo aver collaborato con Adam Levine in Moves Like Jagger nel 2011, Aguilera aveva espresso il desiderio di collaborare anche con gli altri giudici del talent The Voice. Le collaborazioni sono avvenute e le tracce inserite in Lotus: nella traccia funk Make the World Move è presente la collaborazione con Cee Lo Green che canta nel coro, Aguilera ha infatti rivelato che voleva una potente voce maschile nel coro di questa traccia e ha pensato subito alla voce del rapper; nelle power ballad Just a Fool è invece presente il cantante country Blake Shelton che canta in una strofa della canzone, nel ritornello e nel finale con Aguilera.[16]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic[1] 4/5 stelle
Billboard[17] positiva
Boston Globe[18] mista
Digital Spy[2] positiva
Entertainment Weekly[19] C-
Examiner[20] 3/5 stelle
Huffington Post[21] mista
Idolator[22] 3.5/5 stelle
Knoxville[23] 3/5 stelle
Metro[24] 3/5 stelle
Popcrush[25] 2.5/5 stelle
Rolling Stone[26] 2.5/5 stelle
Slant Magazine[27] 3/5 stelle
Tampa Bay Times[28] C
The Guardian[29] 3/5 stelle
Toronto Sun[30] 2.5/5 stelle
Washington Post[31] positiva

Lotus ha ricevuto critiche miste, considerato il "ritorno" della cantante, dopo l'ultimo flop discografico di Bionic, per alcuni critici non è stato all'altezza delle aspettative; altri hanno elogiato i testi e le sonorità, così come le collaborazioni. Metacritic ha dato un punteggio di 58 su 100, calcolo basato su undici recensioni professionali.[32]

Nonostante Sal Cinquemani di Slant Magazine abbia dato un voto generale all'album di 3 stelle su 5, ha recensito positivamente solo alcune canzoni: Best of Me, Just a Fool, Red Hot Kinda Love e Cease Fire. Quest'ultima definita la più grande sorpresa dell'album e che ha indotto il critico a scrivere che più canzoni come Cease Fire avrebbero reso veramente grande Lotus.[27] Una critica opposta proviene invece dal critico di Billboard Andrew Hampp, che ha definito il disco «un album pop vivace, brillante e fragoroso», ha inoltre aggiunto che «Aguilera non risuonava così divertente ed energica da anni». Nella sua recensione ha analizzato brano per brano tutta la tracklist dell'edizione standard dell'album, non recensendo negativamente nessuna canzone, esclusa Let There Be Love «che lascia poco spazio alla personalità, per questo [Aguilera] passa l'ultimo minuto a gemere».[17] Anche Robert Copsey di Digital Spy ha recensito in modo positivo l'album e ha scritto che «come ogni album di Christina, è molto diverso dagli altri. [...] Si può trovare una manciata di grandi brani, ma questo disco è molto più di un album pop, la maggior parte delle canzoni sembrano create con l'idea di poter diventare un potenziale singolo. E vista la precaria posizione in cui lei è in questo momento, questo è probabilmente il giusto tipo di album che dovrebbe pubblicare al momento».[2] Un'altra recensione positiva proviene da Lucas Villa di Examiner che ha dato all'album un punteggio di 3 stelle su 5, e ha indicato come miglior brano Cease Fire, seguito subito per qualità da Best of Me. Ha promosso anche il brano in duetto con Blake Shelton Just a Fool, dove Aguielra «scava in profondità nelle note basse per poi raggiungere meravigliosamente quelle più alte, facendo cantare il suo cuore per un amore perduto».[20] La recensione è molto simile a quella di Sal Cinquemani che ha elogiato gli stessi brani, brani che hanno ricevuto critiche positive dalla maggior parte dei critici, risultando i veri "pezzi forti" dell'album. Ma, Villa, a differenza di Cinquemani, ha anche ben accolto il singolo Your Body e il brano elettropop Let There Be Love dove «la sua voce raggiunge i gradi più alti di estasi».[20] Non completamente soddisfatto da Lotus si è detto Mesfin Fekadu di Huffington Post secondo il quale «Aguilera non ha preso il miglior materiale dai compositori e produttori di Lotus [...] . La sua voce sopraffina merita canzoni eccellenti». Ha indicato come canzoni dove Aguilera perde colpi quelle che dovrebbero essere le più divertenti come Red Hot Kinda Love, Around the World e Make the World Move in duetto con Cee Lo Green; tra le migliori ha indicato Blank Page e Sing for Me che «è grande e suona come un inno personale per Aguilera» perché «quando è emotiva, suona meglio».[21] Darryl Sterdan del Toronto Sun ha invece mal accolto Lotus, il quale, secondo il critico, non ha contribuito a far "rinascere" Aguilera, e che per i numerosi generi musicali presenti «alla fine Lotus non sboccia in un'unica, coerente entità».[30]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Edizione standard
  1. Lotus Intro – 3:17 (Christina Aguilera, Alexander Grant, Candice Pillay, Dwayne Abernathy)
  2. Army of Me – 3:26 (Christina Aguilera, Jamie Hartman, David Glass, Phil Bentley)
  3. Red Hot Kinda Love – 3:06 (Christina Aguilera, Lucas Secon, Olivia Waithe)
  4. Make the World Move (feat. Cee Lo Green) – 2:59 (Alexander Grant, Mike Del Rio, Jayson Dezuzio, Armando Trovajoli, Dwayne Abernathy, Candice Pillay)
  5. Your Body – 3:59 (Shellback, Max Martin, Savan Kotecha, Tiffany Amber)
  6. Let There Be Love – 3:21 (Max Martin, Shellback, Savan Kotecha, Tiffany Amber, Bonnie McKee, Oliver Goldstein, Oscar Holter, Jakke Erixson)
  7. Sing for Me – 4:00 (Christina Aguilera, Aeon Manahan, Virginia Blackmore)
  8. Blank Page – 4:04 (Christina Aguilera, Chris Braide, Sia Furler)
  9. Cease Fire – 4:07 (Christina Aguilera, Alexander Grant, Candice Pillay)
  10. Around the World – 3:24 (Christina Aguilera, Dwayne Chin-Quee, Jason Gilbert, Ali Tamposi)
  11. Circles – 3:25 (Christina Aguilera, Alexander Grant, Candice Pillay, Dwayne Abernathy)
  12. Best of Me – 4:08 (Christina Aguilera, Alexander Grant, Candice Pillay, Jayson Dezuzio)
  13. Just a Fool (feat. Blake Shelton) – 4:13 (Steve Robson, Claude Kelly, Wayne Hector)

Durata totale: 47:29

Edizione deluxe
  1. Light Up The Sky – 3:30 (Christina Aguilera, Alexander Grant, Candice Pillay)
  2. Empty Words – 3:47 (Christina Aguilera, Busbee, Nikki Flores, Ali Tamposi)
  3. Shut Up – 2:52 (Christina Aguilera, Alexander Grant, Candice Pillay, Dwayne Abernathy, Mike Del Rio, Nate Campany)
  4. Your Body (Martin Garrix Remix) – 5:12 (Max Martin, Shellback, Savan Kotecha, Tiffany Amber)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di fine anno (2012) Posizione
Russia[59] 41
Classifica di fine anno (2013) Posizione
Stati Uniti[60] 117

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Lotus, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ a b c (EN) Robert Copsey, Christina Aguilera's new album 'Lotus': First Listen, Digital Spy, 2 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  3. ^ (EN) Gold Platinum Database [collegamento interrotto], su musiccanada.com. URL consultato il 16 gennaio 2013.
  4. ^ (EN) Christina Aguilera's New Album: Singer Poses Nude On The Cover Of 'Lotus', The Huffington Post, 6 ottobre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  5. ^ (EN) James Montgomery, Christina Aguilera Says Lotus Takes Some Risks, MTV, 26 settembre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  6. ^ (EN) Njai Joszor, Christina Aguilera says 'The Voice' inspired 'Lotus' album, The Examiner, 7 ottobre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  7. ^ (EN) Christina Aguilera Talks ‘Lotus’ & “Your Body,” Praises ‘Bionic’ Again, Idolator, 7 ottobre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  8. ^ (EN) Christina Aguilera's 'Lotus' was made with "blood, sweat and tears", nzcity, 9 novembre 2012. URL consultato il 9 novembre 2012.
  9. ^ Christina Aguilera da Jimmy Kimmel parla del nuovo album, Fashion Times.
  10. ^ (EN) Christina Aguilera 'using Adele as inspiration' for new album, Metro UK, 6 agosto 2011.
  11. ^ (EN) Lewis Corner, Christina Aguilera confirms Cee Lo Green duet 'Make The World Move', Digital Spy, 18 aprile 2012.
  12. ^ a b c d (EN) Andrew Hampp, Christina Aguilera: Billboard Cover Story, Billboard, 21 settembre 2012.
  13. ^ (EN) PIC: Super Blonde Christina Aguilera Poses Nude on Lotus Album Cover, US Magazine, 5 ottobre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  14. ^ (EN) Alexis L. Loinaz, NEWS/Christina Aguilera Debuts Electro-Thumping New Single "Your Body"—Listen Now, E online, 14 settembre 2012.
  15. ^ a b c (EN) Andy Greene, Christina Aguilera Says 'Lotus' LP Will Be 'Multi-Layered, Heartfelt', Rolling Stone, 19 ottobre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  16. ^ a b c (EN) Christina Garibaldi, Christina Aguilera Previews Five Songs From Lotus, Her 'Labor Of Love', MTV, 6 novembre 2012. URL consultato il 9 novembre 2012.
  17. ^ a b (EN) Andrew Hampp, Christina Aguilera, 'Lotus': Track-By-Track Review, Billboard, 12 novembre. URL consultato il 29 novembre 2012.
  18. ^ (EN) Sarah Rodman, Christina Aguilera refocuses on her own voice in ‘Lotus’, The Boston Globe, 13 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  19. ^ (EN) Melissa Maerz, Lotus - review - Christina Aguilera, Entertainment Weekly, 16 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  20. ^ a b c (EN) Lucas Villa, Christina Aguilera blossoms on 'Lotus', Examiner, 13 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  21. ^ a b (EN) Mesfin Fekadu, Christina Aguilera, 'Lotus' Review: Good, But Not Great, Huffington Post, 12 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  22. ^ (EN) Mike Wass, Christina Aguilera’s ‘Lotus’: Album Review, Idolator, 13 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  23. ^ (EN) Chuck Campbell, ‘Tuned In’ review: Christina Aguilera’s ‘Lotus’ blooms into blowout, Knoxville, 13 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  24. ^ (EN) Arwa Haider, Christina Aguilera's Lotus is a slick and charismatic reinvention, Metro, 16 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  25. ^ (EN) Michael Gallucci, CHRISTINA AGUILERA, ‘LOTUS’ – ALBUM REVIEW, Popcrush. URL consultato il 29 novembre 2012.
  26. ^ (EN) Lotus Album Review, Rolling Stone, 19 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  27. ^ a b (EN) Sal Cinquemani, Christina Aguilera: Lotus, Slant Magazine, 4 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  28. ^ (EN) Sean Daly, Review: Christina Aguilera's 'Lotus' is a waste of her robust talent, Tampa Bay Times, 22 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  29. ^ (EN) Kitty Empire, Christina Aguilera: Lotus – review, The Guardian, 11 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  30. ^ a b (EN) Darryl Sterdan, Christina Aguilera, Celine Dion top CD reviews, Toronto Sun, 10 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  31. ^ (EN) Sarah Godfrey, Album review: ‘Lotus,’ by Christina Aguilera, Washington Post, 12 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2012.
  32. ^ (EN) Lotus Review, Ratings, Credits, and More, Metacritic. URL consultato il 29 novembre 2012.
  33. ^ (EN) Andamento di Lotus nella classifica dell'Australia, australian-charts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  34. ^ (NL) Andamento di Lotus nella classifica dell'Austria, ultratop. URL consultato il 17 novembre 2012.
  35. ^ (NL) Andamento di Lotus nella classifica del Belgio (Fia), ultratop. URL consultato il 17 novembre 2012.
  36. ^ (FR) Andamento di Lotus nella classifica del Belgio (Val), ultratop. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  37. ^ a b (EN) Lotus - Christina Aguilera, Billboard. URL consultato il 25 novembre 2012.
  38. ^ (KO) "가온차트와 함께하세요 2012.11.11-2012.11.17, Gaon Chart. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  39. ^ (DA) Andamento di Lotus nella classifica della Danimarca, danish charts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  40. ^ (FR) CHRISTINA AGUILERA - LOTUS (ALBUM), su lescharts.com. URL consultato il 28 novembre 2012.
  41. ^ (DE) Album - Christina Aguilera, Lotus, Media Control. URL consultato il 21 novembre 2012.
  42. ^ (JA) 2012年11月19日~2012年11月25日のCDアルバム週間ランキング(2012年12月03日付), Oricon. URL consultato il 21 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2012).
  43. ^ (EL) Official Cyta-IFPI Albums Sales Chart Εβδομάδα 47η (18/11-24/11) 2012, IFPI. URL consultato il 21 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 novembre 2012).
  44. ^ (EN) TOP 75 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 15 November 2012, chart-track. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  45. ^ Andamento di Lotus nella classifica dell'Italia, italiancharts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  46. ^ (ES) LOS MÁS VENDIDOS Semana del 03 al 09 de Diciembre del 2012 (PDF), AMPROFON. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  47. ^ (NO) Lotus på VG-lista Topp 40 Album, VG-lista. URL consultato il 24 novembre 2012.
  48. ^ (EN) Andamento di Lotus nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  49. ^ (NL) Andamento di Lotus nella classifica dei Paesi Bassi, dutch charts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  50. ^ (PT) Andamento di Lotus nella classifica del Portogallo, portuguese charts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  51. ^ (EN) 2012 Top 40 Official UK Albums Archive 24th November 2012, Official Charts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  52. ^ (CS) IFPI ČR Hitparáda - TOP50 Prodejní Týden - 201246, IFPI. URL consultato il 21 novembre 2012.
  53. ^ (RU) Российские музыкальные чарты. Недели 47 и 48 - 2012, lenta. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  54. ^ (ES) TOP 100 ALBUMES (PDF), Productores de Música de España. URL consultato il 24 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2012).
  55. ^ (SV) Andamento di Lotus nella classifica della Svezia, swedish charts. URL consultato il 21 dicembre 2012.
  56. ^ (DE) Andamento di Lotus nella classifica della Svizzera, hitparade. URL consultato il 21 novembre 2012.
  57. ^ (HU) Top 40 Album, http://www.mahasz.hu. URL consultato il 24 novembre 2012.
  58. ^ (ZH) "Weekly Top 20 – Combo Chart (Week 47, 2012)" (in Cinese). 5Music. Retrieved November 16, 2012., su 5music.com.tw.
  59. ^ (RU) Classifica di fine anno russa, su lenta.ru. URL consultato il 29 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2012).
  60. ^ (EN) Best of 2013 - Billboard 200, Billboard. URL consultato il 1º gennaio 2014.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica