Lotte Jacobi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lotte Jacobi, nome d'arte di Johanna Alexandra Jacobi (Thorn, 17 agosto 1896Concord, 6 maggio 1990), è stata una fotografa tedesca naturalizzata statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Johanna Alexandra Jacobi nacque il 17 agosto 1896 a Thorn in Germania (ora Toruń in Polonia), da Maria e Sigismund Jacobi.

Johanna veniva chiamata Lotte (diventato poi nome d'arte) dalla sua famiglia e dai suoi amici più stretti. Jacobi crebbe in una famiglia di fotografi, dove il primo a iniziare questo percorso fu suo nonno, il quale era stato allievo di Louis Daguerre, l'inventore della fotografia moderna. Jacobi iniziò a fotografare già in tenera età utilizzando una macchina fotografica regalata da suo padre, anche egli fotografo.

Jacobi non studiò solo fotografia, infatti i suoi primi studi si concentrarono sulla cinematografia all'università di Monaco. Successivamente studiò fotografia all'Accademia Statale Bavarese.

Nel 1916 Jacobi sposò il giovane Fritz Honig. A un anno dal matrimonio nacque il primo ed unico figlio della coppia, John, ma poco dopo la sua nascita la coppia si separò.

Dopo la morte del padre, dal 1927 fino al 1935 Jacobi continuò a lavorare nello studio familiare di fotografia a Berlino.

Con l'inizio del periodo nazista nel 1935 Jacobi e suo figlio si trasferirono dalla madre di Lotte a New York negli Stati Uniti d'America. Durante la sua permanenza a New York nel 1940 Jacobi si risposò con Erich Reiss, uno scrittore tedesco che era stato imprigionato in Germania nel 1938 ed era poi emigrato negli Stati Uniti. Il matrimonio durò fino alla morte di Reiss nel 1951.

Jacobi coltivò la sua passione per la fotografia anche in America aprendo uno studio fotografico, dove ebbe la fortuna di poter fotografare grandi artisti, scienziati, leader politici. Alcuni di questi personaggi famosi furono Albert Einstein, Robert Frost, Eleanor Roosevelt e Paul Robeson.[1]

Jacobi oltre a fotografare personaggi famosi, fotografava immigrati molto spesso europei, come del resto era stata anche lei.

Nel 1955 Jacobi si trasferì nel New Hampshire con suo figlio, spostando anche il suo studio di fotografia. Continuò ad avere molti visitatori e divenne a sua volta una mentore per molti giovani fotografi.

Jacobi fotografava spesso uomini e donne famosi del suo tempo, ma con il passare degli anni prese uguale piacere nel fotografare bambini in strada nelle città, fino ad arrivare a fotografare e a incuriosirsi delle famiglie nelle zone rurali del New Hampshire.

Lotte Jacobi morì il 6 maggio 1990, all'età di 93 anni, in una casa di riposo nel New Hampshire.

Stile di fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Le fotografie di Jacobi sono notevoli per la loro intensità e per la loro qualità, rivelata nei visi dei suoi soggetti.

Jacobi è intenzionata a trasmettere con la sua macchina fotografica la personalità, la storia, le emozioni dei suoi soggetti, al contrario di quello che fanno molti fotografi, ovvero esprimere ciò che provano loro stessi attraverso la fotografia.

Il modo di fotografare di Jacobi consiste nel fatto che dopo aver trovato l'angolazione giusta insieme alla luce[2], si impegna a trovare quali siano gli atteggiamenti che fanno parte della vita quotidiana dei suoi soggetti, aspettando fino a quando essi si sentano a proprio agio dimenticando la presenza della macchina fotografica.

Jacobi sperimentò anche altri modi di fare fotografia tanto da appassionarsi alla Photogenics, una tecnica fotografica che consiste nell'esporre carta fotosensibile alla luce per creare immagini astratte.

Vita politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel New Hampshire Lotte intraprese la vita politica sia locale che nazionale.

Jacobi fu delegata della Democratic National Convention nel 1976[3]. Nel 1980 non venne delegata alla convention, però le fu concesso un pass stampa dal Concord Monitor per farla comunque partecipare alle sedute. All'età di 84 anni venne celebrata come la più anziana fotografa di stampa della convention.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973 Jacobi ricevette un dottorato onorario di Belle arti dall'Università del New Hampshire.

Nel 1974 Jacobi ricevette uno onorario in lettere dal New England College.

Conservazione fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Le fotografie di Jacobi sono raccolte in collezioni conservate al Museum of Modern Art e al Metropolitan Museum of Art a New York; alla National Gallery of Art a Washington D.C; al Museum of Fine Arts a Boston e al Folkwang Museum di Essen in Germania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lotte Jacobi | American photographer, su britannica.com. URL consultato il 6 luglio 2016.
  2. ^ Lotte Jacobi, su icp.org, 2 marzo 2016. URL consultato il 6 luglio 2016.
  3. ^ Lotte Jacobi | Jewish Women's Archive, su jwa.org. URL consultato il 6 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN105535763 · ISNI (EN0000 0000 8405 0574 · Europeana agent/base/159625 · LCCN (ENn78035722 · GND (DE119286408 · BNF (FRcb12027536x (data) · ULAN (EN500032009 · NLA (EN35841473 · WorldCat Identities (ENlccn-n78035722