Lotta Operaia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lutte ouvriére
Lutte-ouvrière.png
LeaderSegreteria collettiva (Comitato centrale), portavoce ufficiale Nathalie Arthaud
StatoFrancia Francia
SedeF-75865 Parigi
Fondazione1939
IdeologiaComunismo[1][2]
Trotskismo[3]
Femminismo socialista[4]
CollocazioneEstrema sinistra[5]
Affiliazione internazionaleUnione Comunista Internazionalista
Sito web

Lotta operaia (in francese, Lutte ouvrière, LO) è un partito politico francese di sinistra radicale (trotzkismo). La sua leader è stata a lungo Arlette Laguiller, diverse volte candidata alla presidenza della Repubblica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo diversi cambi di forma, Lotta Operaia assume tale nome in modo definitivo dal 1968.

Il partito si presenta a tutte le elezioni presidenziali francesi a partire dal 1974, candidando la propria segretaria Arlette Laguiller per sei volte consecutive: l'ultima delle quali nel 2007: il risultato migliore fu quello del 2002, quando LO ottenne il 5,7%.

In occasione delle Elezioni europee del 1999 Lotta Operaia formò un cartello elettorale assieme alla LCR, che ottenne il 5,18%: LO riuscì così ad eleggere a Strasburgo tre suoi esponenti: Arlette Laguiller, Chantal Cauquil e Armonia Bordes; due furono gli eletti della LCR. L'alleanza fra le due formazioni si ripropose anche al successivo voto europeo del 2004, ma il risultato del 2,6% non permise il superamento dello sbarramento elettorale.

LO non è mai riuscita invece ad eleggere alcun suo membro al Parlamento Francese a causa del sistema elettorale maggioritario a doppio turno.

Alle elezioni presidenziali del 2012 il partito appoggia Nathalie Arthaud alla presidenza della Repubblica, la candidata ottiene lo 0,5% dei voti e si posiziona al penultimo posto tra i vari candidati. Anche alle elezioni presidenziali del 2017 Lotta Operaia appoggia la Arthaud, la quale otterrà lo 0,64%.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le communisme, su lutte-ouvriere.org..
  2. ^ Renverser le capitalisme, su lutte-ouvriere.org..
  3. ^ (EN) European Social Survey. Appendix A3 political parties (PDF), su europeansocialsurvey.org, 2016. URL consultato il 28 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2018)..
  4. ^ LO et les combats féministes, su lutte-ouvriere.org..
  5. ^ (FR) Lutte ouvrière, su Franceinfo. URL consultato il 28 maggio 2017..

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]