Lotario Udo III della marca del Nord

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lotario Udo III
Margravio della marca del Nord
In carica 1087 –
2 giugno 1106
Predecessore Enrico I
Successore Rodolfo I
Conte di Stade
(come Lotario Udo IV)
In carica 1187 –
2 giugno 1106
Predecessore Enrico I
Successore Rodolfo I
Nascita 1170
Morte 2 giugno 1106
Dinastia Odoniani
Padre Lotario Udo II
Madre Oda di Werl
Coniuge Ermengarda
Figli Enrico II
Una figlia dal nome sconosciuto
Ermengarda di Stade
Adelaide di Stade

Lotario Udo III (10702 giugno 1106) fu margravio della marca del Nord e conte di Stade (con il nome Lotario Udo IV).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Lotario Udo II, margravio della marca del Nord, e di Oda di Werl, figlia di Ermanno III, conte di Werl, e di Richenza di Svevia. Era fratello del suo predecessore Enrico I il Lungo.

Lotario Udo fu promesso sposo a Eilika di Sassonia, figlia di Magnus, duca di Sassonia e Sofia d'Ungheria. Tuttavia, la sua attenzione si spostò alla dinastia Helperich, verso la seducente sorella del conte Helperich, Ermengarda. Sposò quindi questa donna figlia di Teodorico, conte di Plötzkau, e di Matilde di Walbeck, figlia di Corrado, conte di Walbeck. Eilika, la promessa sposa precedente, sposò invece Ottone il Ricco, conte di Ballenstedt, e fu madre di Alberto l'Orso, l'ultimo margravio della marca del Nord e primo margravio del Brandeburgo. Questi intrecci dinastici diedero una svolta importante alla storia della contea di Stade.

Lotario Udo e Ermengarda ebbero quattro figli:

A Lotario Udo succedette come margravio e conte suo fratello Rodolfo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hucke, Richard G., Die Grafen von Stade. 900-1144. Genealogie, politische Stellung, Comitat und Allodial- besitz der sächsischen Udonen, Selbstverlag des Stader Geschichts und Heimatvereins, Stade, 1956
  • Raffensperger, Christian, Reimagining Europe, Harvard University Press, Cambridge, MA, 2012

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN308207552 · GND (DE137954506 · CERL cnp01172442