Lory Del Santo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lory Del Santo nel 2007
Premio L'isola dei famosi 3ª edizione

Loredana "Lory" Del Santo (Povegliano Veronese, 28 settembre 1958) è una showgirl e attrice italiana.

Dopo aver esordito come valletta del Festivalbar nel 1975, tra la fine degli anni 1970 e i primi anni 1980 come attrice di numerosi film di genere italiani, ha partecipato a diversi varietà televisivi; in particolare, ha avuto il ruolo di "bigliettaia" nel programma di Antonio Ricci Drive In in onda su Italia 1 negli anni 1980.

Negli anni successivi è stata spesso al centro delle cronache rosa ed è tornata alla ribalta nel 2005, vincendo la terza edizione de L'Isola dei famosi; successivamente ha spesso partecipato come opinionista a diversi programmi televisivi, pubblicato un'autobiografia e partecipato come concorrente a due reality show: nel 2009 alla quarta edizione de La fattoria e nel 2016 alla quinta di Pechino Express.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attività lavorativa[modifica | modifica wikitesto]

Lory Del Santo ne La gorilla (1982)

Debutta giovanissima come valletta al Festivalbar 1975; è nel 1981 che diviene nota in TV nel programma Tagli, ritagli e frattaglie, condotto da Renzo Arbore e Luciano De Crescenzo, in cui impersona la sexy-archivista, muta e svampita, che porta in studio documenti provenienti dalle Teche Rai. Nello stesso periodo vengono pubblicati alcuni servizi fotografici nei quali Lory compare nuda. In seguito partecipa a programmi come Drive In, Sponsor City, Bum Bum all'italiana e Stupido hotel. Nel 1980 ha partecipato a Miss Universo come concorrente italiana. Il suo impegno maggiore in campo lavorativo è come attrice: diventa protagonista di alcuni film di genere degli anni 1980, tra cui spicca W la foca (1982) di Nando Cicero.

Nella seconda metà degli anni 1980 la Del Santo si ritira a vita privata concedendosi solo rare partecipazioni televisive come quella al Raffaella Carrà Show. Ricomparirà sulle scene solo nel 2005 come concorrente della terza edizione del reality condotto da Simona Ventura, L'isola dei famosi, che la vide vincitrice dell'edizione con il 75% dei voti.[1] Nel 2006 ha pubblicato la sua autobiografia, Piacere è una sfida,[2] pubblicato per la Sperling & Kupfer, e ha partecipato con un cameo al film Vita Smeralda di Jerry Calà. Nella seconda metà degli anni 2000 è spesso ospite nei talk show pomeridiani di Canale 5, e nel 2008 debutta alla radio come ospite fissa della trasmissione Gli Spostati in onda su Rai Radio 2[senza fonte].

Lory Del Santo a Drive In

Nel marzo del 2009 partecipa di nuovo ad un reality show, stavolta La fattoria 4, su Canale 5 come riserva di Marina Ripa di Meana ritiratasi per malore, arrivando semi-finalista. Nel 2010 è diventata per la prima volta conduttrice di un programma televisivo: Missione Seduzione, in onda sul canale di Sky Lei. Nel 2011 ha dedicato una poesia al premier Silvio Berlusconi[3].

Nel 2014 è ideatrice e regista di The Lady, webserie di dieci episodi trasmessa in streaming dal suo canale di Youtube e nello stesso anno partecipa come giudice al talent show di Agon Channel My Bodyguard.[4] L'anno seguente è tra gli ospiti fissi del Grand Hotel Chiambretti, dove si scontra parecchie volte con Cristiano Malgioglio poiché quest'ultimo affermava che gli attori di The Lady «sono dei cani».[5] Sempre nel 2015 esce la seconda stagione della suddetta webserie. Nel 2016, insieme al compagno Marco Cucolo, prende parte come concorrente alla quinta edizione del reality show Pechino Express, in onda su Rai 2, arrivando in finale e classificandosi al terzo posto.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

La Del Santo è stata a lungo alla ribalta della cronaca rosa: dopo aver dichiarato di essere stata ospite del ricco uomo d'affari saudita Adnan Khashoggi nel suo panfilo Nabila e di aver ricevuto da lui un collier di diamanti[6], ebbe una relazione con il chitarrista Eric Clapton, che le avrebbe dedicato la canzone Lady of Verona. Si conobbero nel 1985, durante la tournée italiana di Clapton. Il chitarrista raccontò nella sua autobiografia:

« Avevamo un paio di concerti a Milano e una sera a cena il mio produttore si presentò con uno schianto di donna. Era di Verona e si chiamava Lory Del Santo. Tra noi corse un'energia fortissima, di quelle che si scatenano quando si incontra una persona per la prima volta.[7] »

I due ebbero un figlio il 21 agosto 1986, Conor, tragicamente morto il 20 marzo 1991 a New York, cadendo da una finestra al 53º piano di un grattacielo.[8]

Lory del Santo ha poi avuto altri due figli: Devin e Loren.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Regista e sceneggiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • The Night Club - Osare per credere (2013)

Webseries[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN233544917 · SBN: IT\ICCU\TO0V\588123 · GND: (DE1061822036