Lorenzo Veneziano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polittico Lion
Matrimonio mistico di santa Caterina d'Alessandria

Lorenzo Veneziano (... – ...; fl. XIV secolo) è stato un pittore italiano, documentato a Venezia dal 1356 al 1372.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu uno dei primi seguaci di Paolo Veneziano, alle origini della scuola veneziana. Legato inizialmente allo stile bizantino, subì influenze di Barnaba e Tommaso da Modena. Lavorò soprattutto a Venezia, ma si spostò anche a Verona, Vicenza e Bologna. Si aggiornò in seguito al gotico boemo, acquisendo maggiore curiosità al dettaglio naturalistico, fino ad arrivare alle soglie dello stile Gotico internazionale, diventando uno degli artisti veneziani più importanti della sua epoca.

La sua opera più antica documentata è datata 1356 e si trovava in una collezione privata di Verona, ma oggi è perduta. Tra le prime opere pervenuteci il Polittico Lion (1357 – in cui è stato adattata nell'Ottocento una tavola, probabilmente di Benedetto Diana, al centro dell'ordine superiore[1]), già sull'altare maggiore della chiesa di Sant'Antonio Abate di Venezia, dove è rappresentata al centro l'Annunciazione con in basso, inginocchiato e di piccole dimensioni, il donatore Domenico Lion.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nepi Scirè 1991, p. 32.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Michael Bryan, Dictionary of Painters and Engravers, Biographical and Critical, a cura di Walter Armstrong & Robert Edmund Graves, Original from Fogg Library, Digitized May 18, 2007, Volume II (L-Z), London, George Bell and Sons, 1889, p. 652.
  • Giovanna Scirè Nepi, Capolavori dell'arte veneziana – Le Gallerie dell'Accademia, Venezia, Arsenale, 1991.
  • Cristina Guarnieri, Lorenzo Veneziano, Cinisello Balsamo, 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95869656 · ISNI (EN0000 0000 8402 5539 · Europeana agent/base/103442 · LCCN (ENnr2006003945 · GND (DE129604135 · ULAN (EN500030488 · CERL cnp00615780 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2006003945