Lorenzo Gibelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lorenzo Gibelli

Lorenzo Gibelli, soprannominato Gibellone (Bologna, 24 novembre 1718Bologna, 5 novembre 1812), è stato un compositore, insegnante e insegnante di canto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di un'eccezionale voce con ampissimo intervallo che comprendeva il basso, il baritono e i registri per alti, Gibelli studiò canto e contrappunto sotto al guida di Padre Martini. Nel 1741 divenne membro della celebre Accademia Filarmonica, della quale fu eletto principe per ben 5 voci dal 1753 al 1810; nel 1744 fu nominato maestro di cappella della Chiesa di San Salvatore di Bologna. Fu anche attivo sempre come maestro di cappella in altre chiese bolognesi, così come presso l'Oratorio di San Filippo Neri e l'Arciconfraternita di Santa Maria della Morte. Fu inoltre maestro al cembalo al Teatro Comunale.

Considerazioni sull'artista[modifica | modifica wikitesto]

Gibelli fu uno dei più noti insegnanti di canto della sua epoca. Tra i suoi allievi si contano i celebri castrati Girolamo Crescentini e Francesco Roncaglia ed i tenori Matteo Babbini e Giovanni Liverati. Nel 1804 fu nominato professore di canto al Liceo Filarmonico, istituto nel quale impartì lezioni al giovane Gioachino Rossini.

Nonostante fosse autore di ben 467 composizioni sacre (tutte ritrovate in possesso di sua moglie, Gertrude Gibelli Fornasari), attualmente solo una piccola parte giunge sino a noi. Questi suoi lavori seguono generalmente lo stile del suo insegnante Padre Martini e in essi si denota una profonda conoscenza del contrappunto combinato con una flessibilità melodica, che gli valsero il soprannome di Gibellone dalle belle fughe.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Diomeda (pasticcio, 1741, Bologna)
  • Gli sponsali di Enea (pasticcio, 1744, Bologna)
  • Evergete (1748, Venezia)
  • Demetrio (libretto di Pietro Metastasio, 1751, Alessandria)
  • Il filosofo Anselmo e Lesbina (intermezzo)

Oratori[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide in Terebinto (1744)
  • Gionata figliuol di Saule (1752)
  • Il Giuseppe riconosciuto (1762)
  • La Passione del Signore (1763)
  • La passione e morte di Gesù Cristo (1785)

Altri lavori[modifica | modifica wikitesto]

  • Cantata per 2 voci (testo di G. Montanari, 1761)
  • Messa per 4 voci e strumenti
  • 2 Kyrie e Gloria per 4 voci e strumenti
  • 2 Credo per 4 voci e strumenti
  • 2 Confitebor per 2-3 voci e strumenti
  • Domine ad adjuvandum per 4 voci e strumenti
  • Laudate pueri per 3 voci e strumenti
  • Regina coeli per 4 voci
  • Altre composizioni sacre
  • Solfeggi per basso e tenore

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • C. Pancaldi: Vita di Lorenzo Gibelli, celebre contrappuntista e cantore (Bologna, 1830)
  • C. Sartori: Il Regio Conservatorio di musica ‘G.B. Martini' di Bologna (Firenze, 1942)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7629148451587315970005