Lorenzo Gafà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto scultoreo di Lorenzo Gafà, probabile opera di suo fratello Melchiorre

Lorenzo Gafà (Vittoriosa, 16381704[1]) è stato un architetto maltese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gafà cominciò la sua carriera come scalpellino lavorando con suo fratello Melchiorre, rinomato scultore dell'epoca. Verso il 1660 sviluppo un forte interesse per il disegno architettonico e nel 1661 fu così coinvolto nell'ampliamento del coro della parrocchiale dedicata a San Filippo di Agira, a Casal Zebbugi. Nello stesso periodo lavorò alle pale d'altare dell'altare maggiore della chiesa di Santa Scolastica del monastero dell'Ordine benedettino e della chiesa dell'Annunziata del convento dell'Ordine dei frati predicatori, entrambe ubicate nella sua città natale. In seguito progettò la chiesa di San Nicola a La Valletta.

Successivamente lavorò alla chiesa di San Paolo sotto il titolo del Naufragio dell'Apostolo a Rabato (16641683),[2] alla chiesa dell'Immacolata Concezione di Maria Vergine detta di Sarria a Floriana (1676),[3] alla Chiesa del Carmelo a Medina (16681672) e a varie strutture civili a La Valletta dal 1680 in poi. A Medina Gafà intraprese molti altri lavori, in particolare gli furono assegnati il progetto del Palazzo Vescovile e il progetto e la supervisione del cantiere nell'ambito della ricostruzione della cattedrale di San Paolo (1697-1702).[4]

Fra il 1680 e il 1690 su suo disegno furono poi erette innumerevoli altre chiese, come Santa Caterina a Zeitun (1692) e Santa Maria della Vittoria a La Valletta (1699). Ha inoltre progettato la chiesa parrocchiale di Crendi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vittoriosa HCS - news
  2. ^ Achille Ferres, pp. 101
  3. ^ Achille Ferres, pp. 238
  4. ^ Achille Ferres, pp. 80
  5. ^ Achille Ferres, pp. 238
  6. ^ Achille Ferres, pp. 284
  7. ^ Achille Ferres, pp. 284
  8. ^ Achille Ferres, pp. 169
  9. ^ Achille Ferres, pp. 123
  10. ^ Achille Ferres, pp. 94 e 95
  11. ^ Achille Ferres, pp. 380
  12. ^ Achille Ferres, pp. 267
  13. ^ Achille Ferres, pp. 102
  14. ^ Achille Ferres, pp. 357
  15. ^ Achille Ferres, pp. 123
  16. ^ Achille Ferres, pp. 365
  17. ^ Achille Ferres, pp. 368
  18. ^ Achille Ferres, pp. 94
  19. ^ Achille Ferres, pp. 399
  20. ^ Achille Ferres, pp. 265
  21. ^ Achille Ferres, pp. 543
  22. ^ Achille Ferres, pp. 294
  23. ^ Achille Ferres, pp. 81

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46466112 · ISNI (EN0000 0000 4919 7597 · LCCN (ENno2004010815 · GND (DE1050687477