Lontra felina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lontra marina
Lfelina.jpg
Lontra felina
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Mustelidae
Sottofamiglia Lutrinae
Genere Lontra
Specie L. felina
Nomenclatura binomiale
Lontra felina
(Molina, 1782)
Sinonimi

Lutra felina

La lontra marina (Lontra felina (Molina, 1782)) è un mammifero appartenente alla famiglia dei Mustelidi[2].

Questa lontra raramente si avvicina all'acqua dolce o agli estuari. Il suo nome in latino vuol dire "lontra gatto": in Spagna è difatti conosciuta anche come gato marino.

Da non confondersi con la lontra di mare (Enhydra lutris).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La lontra marina è la più piccola specie nella sottofamiglia delle Lontre: è lunga in media 90 cm e pesa tra i 3 e i 5 kg; il corpo è lungo mentre le zampe sono corte, il naso ha una forma triangolare e le narici sono poste, l'una lontana dall'altra; le orecchie sono piccole, il pelo è di color marrone sul dorso e chiaro sul ventre, ed è lungo circa 20 millimetri, mentre il sottopelo è lungo circa 12 millimetri.È provvista di 36 denti che le permettono di masticare,inoltre possiede anche delle vibrisse, e nella femmina sono presenti 4 mammelle. Il pelo fa sì che quando entra in acqua la lontra non si bagni e l'aiuta a mantenersi al caldo, visto che, a differenza di altri mammiferi acquatici come le foche, non possiede uno strato di grasso che la tiene al caldo. Questa specie non è molto agile sulla terra ferma,invece se la cava bene in acqua, inoltre è anche in grado di arrampicarsi facilmente sulle rocce.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La lontra marina vive lungo le coste Pacifiche del Sud America; piccole popolazioni sono presenti anche in Argentina, nella costa orientale. La lontra felina è fra le lontre quella che vive più a sud.

Preferisce le coste rocciose, tipiche della costa occidentale del Sud America, a differenza delle coste sabbiose della costa orientale.

Pur essendo un animale acquatico, solitamente non si spinge a più di 2-2,50 m dalla costa, tranne quando caccia, potendo arrivare ad allontanarsi anche 500 m dalla riva.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

La lontra felina è un animale diurno, e tende ad essere solitaria. Non si vedono in gruppi più numerosi 2-3 individui, ma pur essendo solitari sono stati visti più volte, collaborare per portare a riva prede più grandi. Le tane sono gallerie e grotte scavate nella roccia che solitamente hanno due entrate, una a terra e una verso il mare; l' entrata che si trova nell' entroterra, di solito è nascosta tra la fitta vegetazione. Le tane vengono usate per dormire, riposare e per la cura dei cuccioli appena nati.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La lontra passa la maggior parte del suo tempo cacciando. Si nutre principalmente di forme di vita marine, come crostacei, molluschi e pesci; a volte però si nutrono anche di uccelli marini e piccoli mammiferi. Solitamente le sue prede le caccia immergendosi dai 30 ai 50 m sott'acqua, le immersioni durano dai 15 ai 30 secondi, quando vengono catturate grosse prede la lontra le porta a riva tenendole sul ventre, e nuotando sul dorso.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La lontra marina si riproduce tra dicembre e gennaio. Dopo una gestazione di 60-70 giorni, fra gennaio e marzo avviene il parto: per la maggior parte delle volte nascono due cuccioli alla volta. I cuccioli restano con la madre per quasi dieci mesi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Alvarez, R. & Medina-Vogel, G. 2008, Lontra felina in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lontra felina in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]