Lokomotiv Professional Futbol Klubi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Lokomotiv Toshkent Professional Futbol Klubi
Calcio
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso, nero
Dati societari
Città Tashkent
Nazione Bandiera dell'Uzbekistan Uzbekistan
Confederazione AFC
Federazione
Fondazione 2002
Allenatore Bandiera dell'Uzbekistan Andrey Miklyaev
Stadio Lokomotiv Stadium
(8.000 posti)
Sito web lokomotiv.uz/main.php
Palmarès
Titoli nazionali 3 Campionati uzbeki
Trofei nazionali 3 Coppe dell'Uzbekistan
1 Supercoppa dell'Uzbekistan
Si invita a seguire il modello di voce

Il Lokomotiv Professional Futbol Klubi (in uzbeco Локомотив Тошкент футбол клуби; in russo Профессиональный футболный клуб Локомотив, Professional'nyj Futbol'nyj klub Lokomotiv), nota anche come Lokomotiv Tashkent, è un club calcistico uzbeko con sede a Tashkent.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato nel 2002 e nel 2002-2003 militò già nel secondo livello del campionato uzbeko di calcio. Dal 2004 al 2010 militò in Oʻzbekiston Professional Futbol Ligasi. Nel 2009, guidata dal tecnico Vadim Abramov ottenne il 6º posto in massima serie. Nel 2010, a causa del 13º posto finale, retrocesse in seconda serie, ma l'anno dopo riguadagnò la promozione vincendo il campionato. Il 12 dicembre 2011 la panchina fu affidata a Khoren Hovhannisyan, che lasciò il club nel giugno seguente, alla scadenza del contratto.

Terzo classificato nella stagione 2012, il club si qualificò alla AFC Champions League 2013, dove fu eliminato dagli emiratini dell'Al-Nasr nei turni preliminari della competizione. Nel 2013 concluse il campionato al secondo posto, ottenendo la qualificazione alla AFC Champions League 2014, dove uscì ancora una volta nei turni preliminari, contro l'Kuwait SC. Raggiunta la finale della Coppa dell'Uzbekistan del 2013, vinse per 1-0 dopo i tempi supplementari contro il Bunyodkor, mettendo in bacheca il primo trofeo della propria storia. In Supercoppa dell'Uzbekistan la squadra fu poi sconfitta dal Bunyodkor. In campionato la stagione 2014 fu chiusa alle spalle del Paxtakor campione, proprio come l'anno precedente. L'8 marzo 2015 il Lokomotiv si aggiudicò per la prima volta la Supercoppa dell'Uzbekistan battendo il Paxtakor per 4-0.

Nel 2016 la squadra si aggiudicò il double, vincendo campionato e coppa nazionale per la prima volta nella storia, dopo tre stagioni consecutive concluse al secondo posto (2013-2015). Il double campionato-coppa fu ripetuto nel 2017, mentre nel 2018 il Lokomotiv ha vinto un altro campionato, il terzo di fila.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 17 marzo 2020.

N. Ruolo Calciatore
1 Bandiera dell'Uzbekistan P Ignatiy Nesterov
4 Bandiera dell'Uzbekistan C Sherzod Shaymanov
5 Bandiera del Montenegro D Slavko Damjanović
6 Bandiera dell'Uzbekistan D Davronbek Umirov
7 Bandiera della Georgia C Kakhi Makharadze
8 Bandiera dell'Uzbekistan C Vadim Afonin
9 Bandiera della Russia A Kirill Pogrebnjak
10 Bandiera dell'Uzbekistan A Marat Bikmaev
11 Bandiera dell'Uzbekistan A Temurkhuja Abdukholiqov
18 Bandiera dell'Uzbekistan A Ibrokhim Ganikhonov
19 Bandiera dell'Uzbekistan C Avazbek Ulmasaliev
22 Bandiera dell'Uzbekistan C Komron Saidazimov
N. Ruolo Calciatore
23 Bandiera dell'Uzbekistan A Abdulaziz Yusupov
24 Bandiera dell'Uzbekistan D Davron Khashimov
25 Bandiera dell'Uzbekistan C Javokhir Alijanov
26 Bandiera dell'Uzbekistan D Dilshodjon Komilov
28 Bandiera dell'Uzbekistan D Shukhrat Mukhammadiev
33 Bandiera dell'Uzbekistan D Oleg Zoteev
35 Bandiera dell'Uzbekistan P Javohir Ilyosov
37 Bandiera dell'Uzbekistan D Sherzod Fayziyev
70 Bandiera dell'Uzbekistan C Oybek Kilichev
77 Bandiera dell'Uzbekistan C Diyorjon Turapov
80 Bandiera dell'Uzbekistan D Farrukhjon Ibragimov
83 Bandiera dell'Uzbekistan A Akhmatdjon Ergashev

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2016, 2017, 2018
2014, 2016, 2017, 2019
2015, 2019
2011

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 2013, 2014, 2015, 2019
Terzo posto: 2012
Semifinalista: 2010, 2013, 2015
Finalista: 2014
Secondo posto: 2003

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su lokomotiv.uz. URL consultato il 12 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2013).
Controllo di autoritàVIAF (EN7012152684029223430001 · LCCN (ENn2018028884 · WorldCat Identities (ENlccn-n2018028884
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio