Loggia Rucellai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Loggia Rucellai
Loggia Rucellai 3.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàFirenze
IndirizzoVia della Vigna Nuova
Coordinate43°46′16.04″N 11°14′59.36″E / 43.771122°N 11.249822°E43.771122; 11.249822Coordinate: 43°46′16.04″N 11°14′59.36″E / 43.771122°N 11.249822°E43.771122; 11.249822
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione145? - 1460
UsoEsercizio commerciale
Realizzazione
ArchitettoLeon Battista Alberti
CostruttoreAntonio del Migliorino Guidotti

La Loggia Rucellai, tra via della Vigna Nuova e piazza Rucellai, è l'unica loggia già di una famiglia privata rimasta a Firenze.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fu realizzata da Antonio del Migliorino Guidotti, che si ispirò ai disegni di Leon Battista Alberti per il Palazzo Rucellai, che si trova dirimpetto. Realizzò un'ariosa loggia rinascimentale, con lo stemma della vela spiegata al vento dei Rucellai nel frontone, simbolo anche della Fortuna. È composta da tre arcate a tutto sesto con colonne al centro e pilastri agli angoli.

Con quest'opera si celebrava il matrimonio del 1466 fra Bernardo Rucellai e Nannina de' Medici, sorella maggiore di Lorenzo il Magnifico, che suggellava l'alleanza fra queste due importanti famiglie. Veniva così ad essere sistemata anche l'area davanti al palazzo, creando una posata piazzetta dove gli ideali rinascimentali di bellezza ed eleganza sono pienamente espressi.

Nel 1677 venne tamponata, per ospitare lo studio dello scultore Giovan Battista Foggini. Nel 1963 fu restaurata per restituirle le forme originarie e ospitò a lungo la prestigiosa attività antiquaria di Alberto Bruschi. Oggi, chiusa da vetrate trasparenti, è occupata da un esercizio commerciale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mariella Zoppi e Cristina Donati, Guida ai chiostri e cortili di Firenze, bilingue, Alinea Editrice, Firenze 1997.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]