Locomotiva FS D.342.4000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Locomotiva FS D.342.4xxx)
Jump to navigation Jump to search
Locomotiva FS D.342.4000
Locomotiva Diesel
Siena station.JPG
Locomotiva D.342 numero 4010 a Siena
Anni di progettazione 1956
Anni di costruzione 1957 - 1959
Anni di esercizio 1957 - 1990
Quantità prodotta 17
Costruttore Ansaldo
Rodiggio B'B'
Diametro ruote motrici 1040 mm
Potenza oraria 590 kW/735 kW (3a serie)
Velocità massima omologata 110 km/h
Alimentazione Diesel

Le locomotive D.342.4000 sono un gruppo di 17 locomotive diesel-idrauliche realizzate per le Ferrovie dello Stato italiane, dalla fabbrica di rotabili ferroviari Ansaldo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le locomotive D.342, della serie 4000, furono progettate nell'ambito del programma di modernizzazione delle Ferrovie dello Stato nel secondo dopoguerra; utilizzavano la trasmissione idraulica, che aveva avuto già notevole diffusione in Germania, ma rappresentava una novità per l'Italia. Progettate a metà degli anni cinquanta in collaborazione con l'industria ferroviaria (prima era l'Ufficio Studi Materiale e Trazione di Firenze a curare i progetti), nel 1957 ne venne commissionata la costruzione, oltre alla Fiat Ferroviaria e alla OM, anche alla Ansaldo in numero di 2 unità immatricolate come D.342.4001-4002. Successivamente, nel 1959, ne vennero commissionate ulteriori 15 unità con motorizzazione e trasmissione idraulica uguale alle prime per le unità da 4003 a 4014 e con motore più potente per le unità da 4015 a 4017.

Svolsero servizio in Piemonte, in Sardegna e successivamente in Toscana presso il Deposito locomotive di Siena[1].

Gli accantonamenti iniziarono nei primi anni ottanta e si conclusero nel 1990 con le ultime unità, in Toscana. Esistono ancora le unita:

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le locomotive D.342, costruite con cabine di guida alle due estremità, sono perfettamente bidirezionali. La cassa è divisa in tre ambienti con un grande comparto per il gruppo motore, i compressori e i dispositivi di raffreddamento.

I motori installati in numero di 2 per locomotiva sono costruiti su licenza Maybach del tipo MD 435, a precamera, a 12 cilindri a V di alesaggio 185 mm e corsa 200 mm in grado di sviluppare la potenza complessiva di 800 CV a 1 500 giri/min. I due motori delle ultime tre unità sono dello stesso tipo ma con potenza maggiorata a 1000 CV a 1 500 giri/min.

La trasmissione, uguale per ambedue, è costituita da un cambio idromeccanico Mekydro K 104U a 4 marce con moltiplicatore sul cambio[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Cocchi, D.342 verso il tramonto, in iTreni oggi, nº 49, Salò, ETR, 1985, pp. 20-24.
  2. ^ Automotrici termiche, pp. allegato, tavola III

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Servizio Materiale e Trazione, Automotrici termiche, Firenze, Ferrovie dello Stato, 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti