Locomotiva FS 666

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Locomotiva 666
Locomotiva a vapore
Locomotiva FS 6665.jpg
Foto di fabbrica della locomotiva n. 6665
Anni di costruzione 1907
Anni di esercizio 1907- ?
Quantità prodotta 10 (unità acquisite dalle FS)
Costruttore Baldwin
Dimensioni 19.547 mm x ? x 4.266 mm
Interperno 8.152 mm (tra assi estremi)
Passo dei carrelli 4.114 mm (passo rigido)
Massa in servizio 65,7 t (solo locomotiva)
Massa aderente 47,7 t
Massa vuoto 59,6 t
Tipo di motore a vapore
Alimentazione carbone
Velocità massima omologata 110 km/h
Rodiggio 2-3-0
Diametro ruote motrici 1.850 mm
Portanti anteriori 840 mm
Distribuzione Stephenson a stantuffo
Tipo di trasmissione bielle
Numero di cilindri 4
Diametro dei cilindri 394 (alta press.)/635 (bassa p.) mm
Corsa dei cilindri 660 mm
Superficie griglia 3,07 
Superficie riscaldamento 178,92 m²
Pressione in caldaia 14
Potenza massima 692 kW
Potenza continuativa 900 kW
Forza di trazione massima 9.900 kg
Forza allo spunto 6.800 kg

Le locomotive Gruppo 666 sono state un particolare gruppo di locomotive a vapore con tender, di fabbricazione americana a vapore saturo, a doppia espansione e con motore a 4 cilindri, delle Ferrovie dello Stato per servizi viaggiatori veloci.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo di 10 locomotive venne ordinato poco dopo la costituzione delle FS e acquistato in conseguenza del fatto che occorreva sopperire con urgenza alla carenza di locomotive veloci e potenti per treni viaggiatori. Le FS infatti avevano ereditato dalle cessate società private un gran numero di locomotive ma in gran parte obsolete e in cattive condizioni. Venne scelto un modello di locomotiva proposto dalla prestigiosa fabbrica Baldwin di Filadelfia; le Ferrovie dello Stato ne ordinarono 10 unità che vennero consegnate nel 1907; negli stessi anni vennero ordinate alla stessa fabbrica anche 10 locomotive per servizio merci che andarono a costituire il Gruppo 720. Le macchine sviluppavano una potenza notevole, 940 CV e potevano raggiungere la velocità di 110 km/h, superiore a quella massima raggiungibile sulla maggior parte delle linee italiane del tempo.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

La locomotiva era di classica scuola americana, a vapore saturo e a doppia espansione, con alimentazione del forno a carbone e una buona superficie di griglia, 3,07 m2; la caldaia era tarata a 14 bar mentre il motore era a due stadi di pressione, con 2 cilindri ad alta pressione e 2 a bassa pressione. Il rodiggio era il 2-3-0 con carrello a due assi di guida anteriore e 3 assi motori accoppiati di grande diametro, 1,85 m, adatti a raggiungere velocità elevate; il tender era a carrelli con 20 m³ di acqua e 6 t di carbone. La massa per asse era contenuta in 16 t, e ciò le rendeva adatte alle linee principali. Erano locomotive dotate di freno ad aria compressa automatico e moderabile e condotta per il riscaldamento a vapore delle carrozze viaggiatori.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferrovie dello Stato, l'album delle locomotive a vapore, Tav 117

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti