Locomotiva DFB HG 3/4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
DFB HG 3/4
Locomotiva a vapore
DFB7-Realp.jpeg
HG 3/4.1 e .9 in sosta al deposito locomotive di Realp
Anni di costruzione 1913-1914
Quantità prodotta 10
Costruttore Schweizerische Lokomotiv- und Maschinenfabrik
Locomotiva
Dimensioni 8.750 x 3.620 x 2.700 mm
Massa in servizio 42,02 t
Massa aderente 35,94 t
Rodiggio 1-3-0
Diametro ruote motrici 910 mm
Distribuzione Walschaert/Joy
Potenza oraria 440 kW
Velocità massima omologata 45 km/orari
Alimentazione carbone

Le locomotive HG 3/4 sono delle locotender a vapore, a cremagliera, di rodiggio Mogul, costruite dalla società SLM di Winterthur, in Svizzera, per la ferrovia del Furka-Oberalp. Delle 10 unità costruite ne rimangono in ordine di marcia 4, utilizzate dalla Dampfbahn Furka-Bergstrecke, e 1 utilizzata dalla Ferrovia Museo Blonay-Chamby.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le locomotive HG 3/4 sono macchine compound atte al servizio sia ad aderenza naturale che a cremagliera di tipo Abt. Sono a vapore surriscaldato con pressione di esercizio in caldaia di 14 bar. La distribuzione è mista: Walschaerts per la marcia ad aderenza normale in cui raggiungono i 45 km/h di velocità e Joy per la marcia ad aderenza artificiale a cremagliera sistema Abt; in questo caso la velocità massima consentita è di 15 km/h[1]. Vennero costruite in 10 esemplari. Le macchine dispongono di vari sistemi frenanti: ad aria compressa, a repressione, tipo Riggenbach e a mano con azionamento a vite.

Lista delle locomotive[modifica | modifica wikitesto]

  • HG 3/4.1, 1-3-0 SLM (n.2315),anno 1913, nel 1947, venduta alle (Ferrovie dell'Indocina, CFI), riacquistata da DFB. n° 1 "Furkahorn"
  • HG 3/4.2, 1-3-0 SLM (n.2316), ,, 1913, nel 1947, venduta alle (Ferrovie dell'Indocina, CFI), riacquistata da Dampfbahn Furka-Bergstrecke
  • HG 3/4.3, 1-3-0 SLM (n.2317), ,, 1913, nel 1969, venduta a Ferrovia Museo Blonay-Chamby, BFD n° 3
  • HG 3/4.4, 1-3-0 SLM (n.2318), ,, 1913, nel 2005, messa a disposizione della Dampfbahn Furka-Bergstrecke, come FO n° 4
  • HG 3/4.5, 1-3-0 SLM (n.2415), ,, 1914, nel 1965, rottamata
  • HG 3/4.6, 1-3-0 SLM (n.2416), ,, 1914, nel 1947, venduta a Voies ferrées du Dauphiné
  • HG 3/4.7, 1-3-0 SLM (n.2417), ,, 1914, nel 1941, venduta a Ferrovia Bière-Apples-Morges (BAM), e nel 1947 a Voies ferrées du Dauphiné
  • HG 3/4.8, 1-3-0 SLM (n.2418), ,, 1914, nel 1947, venduta alle (Ferrovie dell'Indocina, CFI), riacquistata da Dampfbahn Furka-Bergstrecke
  • HG 3/4.9, 1-3-0 SLM (n.2419), ,, 1914, nel 1947, venduta alle (Ferrovie dell'Indocina, CFI), riacq. da Dampfbahn Furka-Bergstrecke, DFB n° 9 "Gletschhorn"
  • HG 3/4.10, 130 SLM (n.2420), ,, 1914, nel 1965, distrutta da una valanga

Unità preservate[modifica | modifica wikitesto]

  • HG 3/4 DFB n. 1, "Furkahorn" : circola sulla Dampfbahn Furka-Bergstrecke dal 1993
  • HG 3/4 DFB n. 2, circola sulla Dampfbahn Furka-Bergstrecke dal 2010
  • HG 3/4 BFD n. 3, restaurata nel 2001 circola sulla Ferrovia Museo Blonay-Chamby
  • HG 3/4 FO n. 4, circola sulla Dampfbahn Furka-Bergstrecke dal 2006, ma è proprietà Matterhorn-Gotthard-Bahn
  • HG 3/4 DFB n. 8, acq. dalle ferrovie de Vietnam in disuso per restauro futuro
  • HG 3/4 DFB n. 9, "Gletschhorn" : circola sulla Dampfbahn Furka-Bergstrecke dal 1993

Le unità 1 e 9 vennero acquistate dalle ferrovie vietnamite che le avevano accantonate in disuso sulla ferrovia Tháp-Chàm - Dà-Lat, (Vietnam). L'operazione di rimpatrio venne denominata "Back to Switzerland" e si svolse nel periodo 1989-1990[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S.A., Die Lokomotiven der Furka-Bahn (Brig-Furka-Disentis), "Schweizerische Bauzeitung", 68 (1916), 16, 177-180.
  • Jacques Fornachon Claude Sollioz, Histoire des locomotives 1 à 10 du Brig-Furka-Disentis, Furka-Oberalp, 2005.
  • Hans Hofmann, Brig Furka Disentis Bahn, Dampflokomotiven, Chur, Calanda Verlag, 1993.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti