Lobelia erinus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lobelia erinus
Lobelia (aka).jpg
Lobelia erinus Regatta Marine Blue
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Angiosperme
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Campanulales
Famiglia Campanulaceae
Genere Lobelia
Specie L. erinus
Classificazione APG
Ordine Asterales
Famiglia Campanulaceae
Nomenclatura binomiale
Lobelia erinus
L., 1753

Lobelia erinus L., 1753 è una pianta tropicale della famiglia delle Campanulaceae, originaria del Malawi, della Namibia e del Sudafrica.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esempio di Lobelia erinus rosa

È una pianta perenne, prostrata, usata in Europa come pianta da bordura e da aiuola o come pianta da vaso. Attualmente è presente in Africa, Asia e Europa. Le varietà principali presentano fiori blu, azzurri, bianchi, rosa o rossi. Il colore dal blu al viola è tipico delle piante selvatiche, mentre alcune delle migliori varietà coltivate sono: 'Blue Moon', 'Cascade', 'Gracilis', 'Rosamund' e 'Crystal Palace'

Il fusto è esile e dotato di foglie sottili dal bordo frastagliato, alla cui sommità presentano una corolla pentalobata, tra gli 8 e i 10 mm di diametro; il frutto ha una capsula che raggiunge i 5–8 mm, contenente numerosi semini.[3][4]

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Dettaglio del fiore

Lobelia erinus è una pianta ornamentale molto apprezzata nei giardini per le sue lunghe fioriture, da metà primavera a metà autunno nella fascia temperata, mentre nei paesi tropicali o nei paesi caldi come alcune zone dell'Italia invece la fioritura è annuale.

Il seme va messo in semenzaio in inverno, e successivamente le piantarole si coltivano in vaso per qualche settimana fino a essere pronte per la messa a dimora a tarda primavera.

Per quanto riguarda l'esposizione, la Lobelia erinus gradisce le zone semiombreggiate o ombreggiate. Necessita di innaffiature regolari, e il terreno va lasciato asciugare tra un'innaffiatura e l'altra. Il terreno può essere arricchito con corteccia tritata e poca sabbia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Germplasm Resources Information Network: Lobelia erinus Archiviato il 19 novembre 2004 in Internet Archive.
  2. ^ (EN) Lobelia erinus, in The Plant List. URL consultato il 14 novembre 2019.
  3. ^ Huxley, A., ed. (1992). New RHS Dictionary of Gardening. Macmillan ISBN 0-333-47494-5.
  4. ^ PlantZAfrica: Lobelia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica