Lo stato della mente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lo stato della mente
Three Christs.jpg
Bradley Whitford, Richard Gere e Walton Goggins in una scena del film
Titolo originaleThree Christs
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2017
Durata117 min
Rapporto2,35:1
Generedrammatico
RegiaJon Avnet
SoggettoMilton Rokeach
SceneggiaturaEric Nazarian, Jon Avnet
ProduttoreDaniel Levin, Molly Hassell, Jon Avnet, Aaron Stern
Produttore esecutivoArianne Fraser, Delphine Perrier, Henry Winterstern, Bill Haber, Steven Haft
Casa di produzioneNarrative Capital, Brooklyn Films, HFP
FotografiaDenis Lenoir
MontaggioPatrick J. Don Vito
MusicheJeff Russo
ScenografiaStephanie Carroll
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lo stato della mente (Three Christs) è un film del 2017 diretto da Jon Avnet.

Il film è basato sul libro I tre Cristi. Storia dell'esperimento più folle del mondo (The Three Christs of Ypsilanti) di Milton Rokeach.[1][2]

Tra gli interpreti principali vi sono Richard Gere, Peter Dinklage, Walton Goggins e Bradley Whitford.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il dr. Alan Stone è professore di legge e psichiatria presso l'Università di Harvard, nonché presidente della commissione della American Psychiatric Association. Verso la fine degli anni sessanta svolse un esperimento rivoluzionario all'ospedale di Ypsilanti, nel Michigan, riunendo nello stesso posto tre pazienti schizofrenici di tipo paranoide; Clyde, un settantenne con gravi problemi di alcolismo, Joseph, uno scrittore fallito internato per violenza domestica, e Leon, un seminarista mancato veterano della seconda guerra mondiale. Tutti e tre i pazienti ritenevano di essere Gesù Cristo. L'esperimento, fatto di colloqui e riunioni quotidiane, analizzò la natura delle credenze umane, gettando le basi per un importante passo avanti nella cura delle malattie mentali.

L’esperimento si basa su metodi di cura rivoluzionari, una psichiatria che prende spunto da quanto Ronald Laing nel suo libro più famoso, più volte citato, Il sé diviso,[3][4] sostiene: il concetto di normalità non esiste perché molte persone “normali” costruiscono falsi io per confrontarsi con la realtà.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima mondiale il 12 settembre 2017 nella sezione Gala Presentations al Toronto International Film Festival[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Milton Rokeach, I tre Cristi: storia dell'esperimento più folle del mondo, in Fandango tascabili, traduzione di Manfredi Giffone, introduzione di Rick Moody, Roma, Fandango, 2013, ISBN 978-88-6044-380-9.
  2. ^ (EN) Milton Rokeach, The three Christs of Ypsilanti: a psychological study, in Classics, introduction by Rick Moody, New York, The New York Review of Books, 2011, ISBN 9781590173848.
  3. ^ Ronald D. Laing, L'io diviso : studio di psichiatria esistenziale, Piccola biblioteca Einaudi, 2010, ISBN 978-88-06-20604-8, OCLC 875253973. URL consultato il 7 giugno 2021.
  4. ^ R. D. Laing, The divided self : an existential study in sanity and madness, 1965, ISBN 0-14-020734-1, OCLC 5212085. URL consultato il 7 giugno 2021.
  5. ^ Antonio Scarinci, Lo stato della mente, su State of Mind, stateofmind.it, 19 maggio 2021. URL consultato il 7 giugno 2021.
  6. ^ (EN) Three Christs, su TIFF.net, 7 settembre 2017. URL consultato il 18 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema