Lo stato dell'unione (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo stato dell'unione
AutoreTullio Avoledo
1ª ed. originale2005
Genereromanzo
Sottogenerefantapolitica, ucronia, giallo
Lingua originale italiano

Lo stato dell'unione è un romanzo ucronico fantapolitico dello scrittore italiano Tullio Avoledo pubblicato nel 2005.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alberto Mendini è un cinquantenne agente di pubblicità, con una famiglia apparentemente felice che vive in una regione dell'Italia nordorientale. Un giorno egli viene contattato dall'assessore regionale Enrica Martinelli per promuovere la "Giornata dell'Orgoglio Celtico", che la regione ha deciso d'istituire. Pur essendo ignorante in materia, Alberto accetta l'incarico e prende parte alla squadra di lavoro costituita all'uopo, costituita da un gruppo eterogeneo di individui più o meno giovani. Alberto, che nel frattempo si è fatto amico dell'astronauta Neil Armstrong stabilitosi in Italia, scopre che la Martinelli ha forti legami di collaborazione con Hans Albert Mayer, governatore del Bundesland austriaco confinante e propugnatore di una sorta di "razzismo morbido".

Un giorno, uno dei colleghi della squadra di lavoro di Alberto non riesce a tenere a freno la lingua e il pubblicitario viene così a sapere quale sia il vero progetto della Martinelli: la secessione della regione dall'Italia e la costituzione di un nuovo stato chiamato Boezia (nome ispirato dalla popolazione dei Galli Boi), del quale dovrebbero far parte anche il Land amministrato da Mayer e altre zone confinanti. La fuga di notizie mette però in allarme i collaboratori più stretti della Martinelli che, temendo che il progetto venga sventato, provvedono ad eliminare gli elementi ritenuti ormai inaffidabili.

La costituzione della Boezia e la contemporanea insurrezione delle varie patrie celtiche d'Europa si realizzano ma provocano una guerra ventennale al termine della quale Mayer, divenuto capo dello stato dopo la defezione della Martinelli, viene processato dai vincitori con l'accusa di crimini contro l'umanità. Il mondo torna lentamente alla condizione precedente.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Tullio Avoledo, Lo stato dell'unione, Questo e altri mondi, Milano, Sironi editore, 2005, pp. 382, ISBN 8851800456.
  • Tullio Avoledo, Lo stato dell'unione, Questo e altri mondi, Milano, Sironi editore, 2006, pp. 446, ISBN 8851800685.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]