Lo schermo velato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo schermo velato
Lo schermo velato.jpg
Titolo originale The Celluloid Closet
Paese di produzione Francia, Gran Bretagna, Germania, USA
Anno 1995
Durata 102 min
Dati tecnici B/N e a colori
Genere documentario
Regia Rob Epstein, Jeffrey Friedman
Soggetto Rob Epstein, Jeffrey Friedman, Sharon Wood
Fotografia Nancy Schreiber
Montaggio Jeffrey Friedman, Arnold Glassman
Musiche Carter Burwell

Lo schermo velato (The Celluloid Closet) è un documentario del 1996 diretto da Rob Epstein e Jeffrey Friedman.

Ispirato all'omonimo libro di Vito Russo, il documentario ripercorre la storia della rappresentazione dei personaggi gay e lesbici nel cinema statunitense, dagli esordi agli anni ottanta del XX secolo, utilizzando una grande quantità di materiale di repertorio e ricorrendo a numerose interviste di attori, attrici, registi e sceneggiatori che a quel cinema hanno lavorato (tra gli altri Tony Curtis, Gore Vidal, Susan Sarandon, Whoopi Goldberg, Shirley MacLaine, Tom Hanks). Tutti gli attori recitano nella parte di se stessi.

La voce narrante, nella versione originale, è quella dell'attrice Lily Tomlin.

È stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival nel 1995 e a inizio 1996 al Sundance Film Festival e al Festival di Berlino.

Artisti presenti nel film[modifica | modifica wikitesto]

Film citati[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]