Lo Zahir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il racconto di Borges, vedi L'Aleph.
Lo Zahir
Titolo originaleO Zahir
AutorePaulo Coelho
1ª ed. originale2005
GenereRomanzo
SottogenereDrammatico
Lingua originale portoghese
AmbientazioneFrancia, Spagna, Croazia, Asia
Protagonistiuno scrittore

«Lo Zahir è un pensiero, che all'inizio ti sfiora appena e finisce per essere la sola cosa a cui riesci a pensare. Il mio Zahir ha un nome. Il suo nome è Esther»

(P. Coelho)

Lo Zahir è un romanzo dello scrittore brasiliano Paulo Coelho pubblicato nel 2005. È stato pubblicato in oltre 80 paesi, tra cui l'Iran, dove tuttavia è stato bandito dal governo poco dopo l'uscita[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lo zahir è una ossessione che non può essere dominata. Si insinua lentamente e lievemente nella mente fino ad impossessarsene completamente. Colui il quale ne diventa preda non può far altro che seguire l'onda del pensiero che lo accompagna costantemente e vivere l'inquietudine che ne deriva. Questo testo racconta una storia di forte impatto emotivo, la ricerca da parte del protagonista della moglie scomparsa improvvisamente senza lasciare traccia, e trascina il lettore negli sconfinati territori dell'interiorità e del sentimento. Spinto da un potente sentimento che contiene sia l'amore che il risentimento, egli intraprende un impegnativo viaggio che lo porterà, fino alle lontane steppe dell'Asia, a scoprire una nuova consapevolezza di sé e della realtà.

Il tema riprende quello degli altri libri di Coelho, del viaggio come itinerario di crescita e riflessione interiore.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Iran 'bans author Coelho's novel', BBC news, 13 maggio 2005

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]