Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Little Sister (film 2015)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Little Sister
Little Sister (film 2015).png
Titolo originale海街diary
Umimachi Diary
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno2015
Durata128 min
Generedrammatico
RegiaHirokazu Kore'eda
SoggettoAkimi Yoshida
SceneggiaturaHirokazu Kore'eda
Distribuzione (Italia)BIM
FotografiaMikiya Takimoto
MontaggioHirokazu Kore'eda
MusicheYōko Kanno
ScenografiaKeiko Mitsumatsu, Mami Kagamoto e Ayako Matsuo
Interpreti e personaggi

Little Sister (海街diary Umimachi Diary?) è un film del 2015 diretto da Hirokazu Kore'eda e presentato in concorso alla 68ª edizione del Festival di Cannes.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella cittadina di Kamakura vivono tre sorelle: Sachi, Yoshino e Chika, il cui padre le ha lasciate 15 anni prima per iniziare una nuova convivenza. In occasione del suo funerale le ragazze fanno la conoscenza della sorellastra adolescente Suzu che accetta volentieri l'invito ad andare a vivere con loro.

Tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Little Sister si inserisce, insieme a Father and Son e al successivo Ritratto di famiglia con tempesta nel filone della filmografia di Kore'eda incentrato sulla disamina della famiglia giapponese contemporanea. Il film ruota attorno alla figura del defunto padre delle tre sorelle e della piccola Suzu, sebbene Kore'eda lasci da parte il tema dell'elaborazione del lutto, affrontato invece nel suo lungometraggio d'esordio Maboroshi no hikari del 1995, per concentrarsi piuttosto sull'evoluzione delle relazioni parentali nello scontro tra tradizione e modernità. In questa pellicola sono in particolare le relazioni fra le tre sorelle e fra queste e Suzu a dominare.

Così come in Ritratto di famiglia con tempesta, Kore'eda si limita a mettere in scena la banale e noiosa quotidianità, senza dare un particolare sviluppo alla trama. Le tre sorelle accettano i sopraggiunti disequilibri familiari con placido ottimismo, accogliendo anzi la piccola Suzu con estrema naturalezza. Il nuovo legame familiare conduce ad una rielaborazione della fratellanza che non implica necessariamente l'eliminazione delle difficoltà di tutti i giorni, ma consente piuttosto di affrontare il presente con un'arma in più.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche del film sono state composte da Yōko Kanno e raccolte nel CD Umimachi Diary (Our Little Sister) Original Soundtrack.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in concorso al Festival di Cannes del 2015. La pellicola è stata distribuita in Giappone il 13 giugno 2015[1] ed è stato presentato in anteprima a Londra il 14 ottobre 2015 al BFI London Film Festival[2]. In Italia il film è uscito invece venerdì 1 gennaio 2016[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Our Little Sister, su gaga.co.jp, Gaga Corporation. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  2. ^ BFI London Film Festival 2015: 30 recommendations, www.bfi.org.uk, 13 ottobre 2015. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  3. ^ Little Sister su Trovacinema, su trovacinema.repubblica.it. URL consultato l'8 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema