Lista dei pianeti extrasolari confermati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Numero di scoperte di pianeti extrasolari per anno (aggiornato alla fine del 2014). I colori indicano il metodo di individuazione:

__ Velocità radiali

__ Transito

__ Pulsar timing

__ Rilevamento diretto

__ Microlente gravitazionale

La lista dei pianeti extrasolari confermati ufficialmente è aggiornata al 12 febbraio 2016 ed è basata sul database dell'Enciclopedia dei Pianeti Extrasolari (EPE).[1]

La lista contiene 2074 pianeti ed è in continuo accrescimento. Per rendere più accessibili i dati relativi, gli esopianeti sono stati suddivisi per costellazione e sono consultabili nel template di navigazione a fondo pagina.

Per le stelle ospitanti con più nomenclature possibili è stata scelta quella di maggiore utilizzo comune, e ciò risulta in alcune incongruenze di nomenclatura tra questa voce e l'EPE, oltre alla correzione di alcuni refusi. Ogni pianeta è elencato con i suoi principali parametri fisici, insieme ai dati essenziali della sua stella ospite. I dati con un asterisco indicano un parametro che è stato possibile stimare tramite semplici leggi matematiche: gli spettri stellari per confronto con stelle molto simili, mentre periodi e semiassi utilizzando le leggi di Keplero. Alcuni dati qui elencati mancano nella Enciclopedia, ma sono stati trovati su altre pubblicazioni.[2]

Contatori[modifica | modifica wikitesto]

  • Pianeti confermati: 2074 pianeti in 1321 sistemi stellari (di cui 507 multipli);[3]
  • Pianeti controversi e da confermare: 195 pianeti in 174 sistemi stellari (di cui 17 multipli);[4]
  • Pianeti candidati della Missione Kepler: 3.538[5]

Un elenco delle scoperte miliari o dei casi più estremi conosciuti può essere trovato alla pagina Pianeti extrasolari notevoli.

Esopianeti confermati di recente[modifica | modifica wikitesto]

Stella Ascensione
retta
Declinazione Costellazione Magn.
app.
Distanza (pc) Tipo
spettro
Pianeta Massa
(MJ)
Raggio
(RJ)
Periodo
rivoluzione

(g)
Semiasse
maggiore

(UA)
Eccentricità
orbitale
Metodo di individuazione Anno
scoperta
Kepler-289 19h 49m 51s +42° 52′ 58″ Cigno 12,9 700 - b 0,023 0,192 34,545 0,21 0,024 Transito[6] 2014
c 0,013 0,239 66,0634 0,33 0,0115 Transito[6] 2014
d 0,415 1,034 125,8518 0,51 0,0033 Transito[6] 2014
BD+24 4697 23h 01m 39s +25° 47′ 17″ Pegaso 9,74 48,8 - b 53,0 - 145,081 0,5 0,5005 Velocità radiale[6] 2016
HD 77065 09h 00m 47s +21° 27′ 13″ Cancro 8,8 31,7 G5 b 41,0 - 119,1135 0,438 0,694 Velocità radiali[6] 2016
HD 283668 04h 27m 53s +24° 26′ 41″ Toro 9,44 42,3 - b 53,4 - 2558,0 3,3 0,577 Velocità radiali[6] 2016
BD+26 1888 09h 02m 31s +25° 53′ 22″ Cancro 9,76 38,0 K7 b 26,0 - 536,78 1,19 0,2675 Velocità radiali[6] 2016
HD 122562 14h 02m 21s +20° 52′ 53″ Boote 7,69 53,8 G5 b 24,0 - 2777 4,1 0,71 Velocità radiali[6] 2016
HD 134113 15h 07m 47s +08° 52′ 47″ Boote 8,26 71,9 F9 V b 47,0 - 201,68 0,638 0,0891 Velocità radiali[6] 2016
HD 160508 17h 39m 13s +26° 45′ 27″ Ercole 8,11 92,3 F8 V b 48,0 - 178,905 0,68 5967 Velocità radiali[6] 2016
HD 39392 05h 53m 19s +22° 04′ 20″ Orione 8,38 94,2 F8 b 13,2 - 394,3 1,08 0,394 Velocità radiali[6] 2016
K2-27[7] 11h 26m 04s +00° 19′ 51″ Leone - - - b 0,0916 0,397 6,7714 - 0,16 Transito[6] 2016
K2-10[8] 11h 28m 29s +01° 41′ 26″ Leone 12,5 - - b 0,085 0,343 19,3044 - 0,31 Transito[6] 2016
EPIC 201295312 11h 36m 03s -02° 31′ 15″ Leone 12,5 - - b 0,0378 0,245 5,6564 - 0,12 Transito[6] 2016
KELT-4A 10h 28m 15s +25° 34′ 23″[9] Leone - 211 F b 0,878 1,706 2,9896 0,0432 0,03 Velocità radiali[6] 2016
WASP-126 04h 13m 30s -69° 13′ 37″ Idra Maschio 10,8 234,0 G2 b 0,28 0,96 3,2888 0,0449 0,18 Transito[6] 2016
WASP-124 22h 10m 51s -30° 44′ 58″ Pesce Australe 12,7 433,0 F9 b 0,6 1,124 3,3726 0,0499 0,017 Transito[6] 2016
WASP-119 03h 43m 46s -65° 11′ 38″ Reticolo 12,2 333,0 G5 b 1,23 1,4 2,4997 0,0363 0,058 Transito[6] 2016
WASP-133 20h 58m 18s -35° 47′ 48″ Microscopio 12,9 457,0 G4 b 1,16 1,21 2,1764 0,0345 0,17 Transito[6] 2016
WASP-129 11h 45m 12s -42° 03′ 50″ Centauro 12,3 246,0 G1 b 1,0 0,93 5,7481 0,0628 0,096 Transito[6] 2016
EPIC 211089792 03h 34m 36s +20° 35′ 57″ Toro - - G7 V b 0,73 1,19 3,2588 0,0422 0,066 Transito[6] 2016
BD+20594 03h 34m 36s +20° 35′ 57″ Toro 11 152,1 - b 0,0513 0,199 41,685 0,241 0,0 Transito[6] 2016
EPIC 318 03h 29m 22s +22° 17′ 58″ Ariete 13,5 323 G8 b 0,623 1,196 4,0985 0,0499 0,027 Transito[6] 2016
EPIC 388 08h 30m 19s +22° 14′ 09″ Cancro 11,5 377 F9 b 1,76 1,35 2,9956 0,0442 0,0 Transito[6] 2016
2MASS J2126-8140 21h 25m 28s -81° 38′ 28″ Ottante 9,0 24,75 M2 b 13,3 - 6900,0 - - Imaging[10] 2016
Kepler-408 18h 59m 09s +48° 25′ 23″ Dragone 9,0 - - b 0,02 0,073 2,56502 - - Transito[6] 2013
Kepler-409[11] 19h 34m 43s +46° 51′ 10″ Dragone 9,439 66,8 - b 0,0692 0,106 68,9584 - - Transito[6] 2013
HD 47366 06h 37m 41s -12° 59′ 06″ Cane Maggiore 6,11 80,0 K1 III b 1,75 - 363,3 1,214 0,089 Velocità radiali[6] 2016
c 1,86 - 684,7 1,853 0,278 Velocità radiali[6] 2008
Kepler-449[12] 19h 34m 55s +41° 54′ 03″ Cigno 11,411 - - b - 0,1834 12,5824 - 0,03 Transito 2015
c - 0,2466 33,6727 - 0,05 Transito 2015
Kepler-450[13] 19h 41m 56s +51° 00′ 49″ Cigno 11,684 - - b - 0,548 28,4548 - 0,02 Transito 2015
c - 0,234 15,41313 - 0,02 Transito 2015
d - 0,0747 7,51464 - 0,14 Transito 2015
HD 19467 03h 07m 19s -13° 45′ 42″ Eridano 7,0 30,86 G3 V b 52,0 - - 51,1 - Imaging[10] 2016
HD 175607 19h 01m 05s -66° 11′ 34″ Pavone 8,6 45,27 G6 V b 0,0283 - 29,01 - 0,11 Velocità radiali[6] 2015
HD 33844 05h 12m 36s -13° 02′ 56″ Lepre - 100,9 - b 1,96 - 551,4 1,6 0,15 Velocità radiali[6] 2013
c 1,75 - 916,0 2,24 0,13 Velocità radiali[6] 2015
Kepler-338 18h 51m 54s +40° 47′ 04″ Lira - - - b 0,0963 0,23 13,727 0,117 0,04 Transito 2014
c - 0,221 24,3116 0,172 0,03 Transito 2014
d - 0,237 44,4287 0,257 0,03 Transito 2014
e 0,027 0,1416 9,3415 - 0,05 TTV[14] 2014
Kepler-95 18h 57m 55s +44° 23′ 53″ Lira 12,35 - - b 0,041 0,305 11,523 - - Transito 2014
Wolf 1061[15] 16h 30m 18s -12° 39′ 45″ Ofiuco 10,07 4,29 M3 V b 0,00428 - 4,887 0,0355 0,0 Velocità radiali[6] 2015
c 0,0134 - 17,867 0,00842 0,19 Velocità radiali[6] 2015
d 0,0164 - 67,27 0,204 0,32 Velocità radiali[6] 2015

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jean Schneider, Enciclopedia dei Pianeti Extrasolari, exoplanet.eu. URL consultato il 12 febbraio 2016.
  2. ^ Riferirsi alle voci dei singoli oggetti per le fonti
  3. ^ dato aggiornato al 12 febbraio 2016
  4. ^ dato aggiornato a luglio 2013
  5. ^ dato aggiornato a maggio 2014
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah La massa è stata misurata con il metodo della velocità radiale
  7. ^ Altre denominazioni: EPIC 201546283
  8. ^ Altre denominazioni: EPIC 201577035
  9. ^ Coordinate sul sito di Exoplanet URL consultato il 6 febbraio 2016
  10. ^ a b La massa è stata misurata con il metodo dell'analisi dello spettro
  11. ^ Altre denominazioni: KOI-1925, KIC 9955598
  12. ^ Altre denominazioni: KOI-270, KIC 6528464
  13. ^ Altre denominazioni: KOI-279, KIC 1231497
  14. ^ metodo della variazione della tempistica di transito (Transit-Timing Variation=TTV)
  15. ^ Altre denominazioni: GJ 628, Gliese 628

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica