Lista dei più grandi pezzi di artiglieria per calibro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa lista dei più grandi pezzi di artiglieria per calibro elenca i pezzi di artiglieria realizzati nel corso della storia, in ordine di calibro decrescente, separati in base alla tipologia di proiettili.

Proiettili in pietra o metallo[modifica | modifica wikitesto]

Cannoni di calibro notevole che sparavano proiettili in pietra sono stati realizzati in Europa occidentale durante il XIV e XV secolo, seguendo la logica di aumentare l'efficacia aumentando le dimensioni e dando vita a gigantesche bombarde in ferro o bronzo[1]. Nel XVI secolo si ebbe la transizione dai proiettili in pietra ai più compatti ed efficaci proiettili in metallo. La tendenza a realizzare cannoni dalla ricarica rapida e con calibri standardizzati rese presto le bombarde obsoleti oggetti da esposizione[2].

Calibro (mm) Nome Tipologia Data di realizzazione Paese Produttore
Lo Zar-puška 890 Zar-puška Bombarda 1586 Russia Andrey Chokhov
Pumhart von Steyr, visto da dietro 820[3][4] Pumhart von Steyr Bombarda Inizio del XV sec. Casa d'Asburgo
Incisione di Johann Georg Beck del 1714. La scritta in alto reca: "Il più grande cannone di Germania, chiamato Faule Metze". 735[5][6] Faule Mette Bombarda 1411 Città di Brunswick, Sacro Romano Impero Henning Bussenschutte
Il Dulle Griet a Gand, vicino alla piazza del Mercato del Venerdì, nella città antica 660[7] Dulle Griet Bombarda Prima metà del XV sec. Città di Gand, Sacro Romano Impero
Cannone dei Dardanelli smantellato nel 2007 a Fort Nelson 650[8] Cannone dei Dardanelli Bombarda 1464 Impero ottomano Munir Ali
Fantasiosa illustrazione moderna del Faule Grete in azione durante l'assedio di Friesack nel 1414. Contrariamente a quanto raffigurato, Il Faule Grete non era montato con barre di ferro. 520[9] Faule Grete Bombarda 1409 Ordine dei Cavalieri Teutonici Heynrich Dumechen
Mons Meg con i suoi proiettili da 50 cm di calibro 520[10] Mons Meg Bombarda 1449 Ducato di Borgogna Jehan Cambier
Bombarda di bronzo dei Cavalieri Ospedalieri nel 1480. 510[11][12] Bombarda 1480 Cavalieri Ospitalieri

Proiettili esplosivi[modifica | modifica wikitesto]

Nell'era industriale vennero introdotti i proiettili esplosivi, e l'evoluzione della metallurgia e dell'ingegneria permisero di realizzare cannoni di dimensioni notevoli. Nel secondo dopoguerra lo sviluppo dell'artiglieria di calibro notevole è stato abbandonato a favore dell'industria missilistica.

Calibro (mm) Nome Tipologia Data di realizzazione Paese Produttore
Little David alla prova sul campo a  Aberdeen 914 Little David Mortaio 1945 Stati Uniti
Mortaio di Mallet con granata da 36  pollici contenente 480 libbe (217kg) di polvere da sparo 910 Mortaio di Mallet Mortaio 1857 Regno Unito Robert Mallet
DoraVSScarab.svg 800 Schwerer Gustav/Dora Cannone ferroviario 1941 Germania nazista Krupp
Il Mortier monstre 600[13][14] Mortier monstre Mortaio 1832 Francia Henri-Joseph Paixhans
60 cm Karl-Gerät  sparando su Varsavia, Agosto 1944 600 Karl-Gerät Obice 1940 Germania nazista Rheinmetall
533 53 cm/52 Gerät 36[15] Cannone navale 1941 Germania nazista Krupp
French 520 mm howitzer on cradle sliding recoil railway mount.jpg 520 Obusier de 520 modèle 1916 Obice su rotaia 1918 Francia Schneider et Cie
20-inch cast-iron naval gun.jpg 508 508 mm/9.6 Cannone navale 1868 Impero russo
La corazzata giapponese Yamato in fase  di costruzione 460 40 cm/45 Type 94 Cannone navale 1940 Impero giapponese
Boche Buster a Catterick, 12 dicembre 1940 457.2 BL 18 inch railway howitzer Obice su rotaia 1920 Regno Unito Elswick Ordnance Company
457 BL 18 inch / 40 naval gun Cannone navale Regno Unito
L'unico cannone Malta 100 t (17.75 in)  rimanente si trova a Fort Rinella. 450 RML 17.72 inch gun Cannone 1877 Regno Unito Armstrong Whitworth
Una  delle prime Grande Berta pronta a fare fuoco 420 Grande Berta Obice Impero tedesco Krupp
Gamma-Gerät 420 42 cm Gamma Mörser Mortaio Impero tedesco/Germania nazista Krupp
2B1 Oka 420 2B1 Oka Mortaio 1957 Unione Sovietica
Uno dei cannoni da 41 cm esposto al  Yamato Museum 410 40 cm/45 3rd Year Type Cannone navale Impero giapponese
Cannone di difesa costiera da 16  pollicial the US Army Ordnance Museum 406 M1919 Kaliber Cannone 1920 Stati Uniti
Cannone  del HMS Rodney alla massima elevazione, 1940 406 BL 16 inch Mk I naval gun Cannone navale 1927 Regno Unito
cannone Batterie Lindemann, 1942 406 40,6 cm SK C/34 Adolfkanone Cannone navale Germania nazista Krupp
Cannoni  da 16 pollici su torretta 406 16"/50 caliber Mark 7 gun Cannone navale 1943 Stati Uniti
406 2A3 Kondensator 2P Obice 1956 Unione Sovietica
Cannone da 406 su affusto sperimentale  PM-10 406 406 mm/50 B-37 Cannone navale 1941 Unione Sovietica

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Schmidtchen, 1977, p. 228–230
  2. ^ Schmidtchen, 1977, p 153–161
  3. ^ La bombarda ha una canna conica di 76–88 cm.
  4. ^ Schmidtchen 1977a, p. 162 il diametro dei proiettili è inferiore di 20 mm (p. 171, Fn. 41).
  5. ^ La bombarda ha una canna conica di 67–80 cm.
  6. ^ Schmidtchen 1977b, p. 222; il diametro dei proiettili è inferiore di 20 mm (p. 171, Fn. 41).
  7. ^ Schmidtchen 1977a, p. 164; il diametro dei proiettili è inferiore di 20 mm (p. 171, Fn. 41).
  8. ^ Schmidtchen 1977b, p. 227; il diametro dei proiettili è inferiore di 20 mm.
  9. ^ Schmidtchen 1977b, p. 218; il diametro dei proiettili è inferiore di 20 mm (p. 171, Fn. 41).
  10. ^ Schmidtchen 1977a, p. 166; il diametro dei proiettili è inferiore di 20 mm (p. 171, Fn. 41).
  11. ^ La bombarda ha una canna conica di 45–58 cm.
  12. ^ Schmidtchen 1977b, p. 236, Fn. 103
  13. ^ Meyers Großes Konversations-Lexikon, Vol. 14, Leipzig 1908, p. 160: "Mörser": caliber of 60 cm
  14. ^ Journal des Sciences Militaires, 2nd series, Vol. 22, Paris 1838: caliber of 22 pouces = 59,6 cm (p. 49); outer diameter of the barrel: 1 m (p. 54)
  15. ^ navweaps.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Volker Schmidtchen, Riesengeschütze des 15. Jahrhunderts. Technische Höchstleistungen ihrer Zeit in Technikgeschichte, vol. 44, nº 2, 1977a, pp. 153–173.
  • Volker Schmidtchen, Riesengeschütze des 15. Jahrhunderts. Technische Höchstleistungen ihrer Zeit in Technikgeschichte, vol. 44, nº 3, 1977b, pp. 213–237.